Viva la mamma: origini e storia della festa che la celebra

Canzoni, fiori, biglietti, cioccolatini tutto per celebrare la donna più importante della nostra vita. Ecco l'origine della festa dedicata alla mamma

Domenica 10 maggio 2020 si celebra la festa della mamma, un'occasione speciale per onorare la straordinaria importanza della figura materna, sia sul piano affettivo che su quello sociale. L'appuntamento ricorre in moltissimi Paesi del globo, ma non per tutti lo stesso giorno: in Italia si tratta infatti di una festa mobile, che cade la seconda domenica di maggio.

Ma quale è la storia di questa festa?

La festa della mamma affonda le sue radici nella notte dei tempi, quando in primavera le popolazioni politeiste rendevano omaggio alle divinità femminili legate alla fertilità. Nel mondo ellenico, si esaltava il valore della maternità durante le celebrazioni per la dea Rea, madre di tutti gli Dei, mentre antichi romani dedicavano una settimana intera al culto della divinità Cibele, simbolo della Natura e di tutte le madri.
Nel 1870, la poetessa e attivista statunitense Julia Ward Howe, che era una convinta promotrice dell'abolizione della schiavitù, propose l'istituzione del 'Mother's Day for Peace', senza tuttavia riscuotere troppo successo. Nel 1908 Anna Jarvis riuscì a organizzare in diverse città il primo 'Mother’s Day', dedicandolo al ricordo di sua madre.

Con il passare del tempo l'evento acquistò crescente popolarità, tanto che nel 1914 l'allora presidente degli Stati Uniti d'America Woodrow Wilson rese il 'Mother's Day' un appuntamento ufficiale da celebrare la seconda domenica di maggio.
In Italia la festa della mamma prese piede a partire dagli anni Cinquanta, a partire dal 1959: per qualche anno la data cadde l'8 maggio, per poi essere spostata la seconda domenica di maggio al pari di altri Paesi, tra cui appunto Stati Uniti, Germania, Australia, Giappone, Turchia e Sudafrica.

Ogni anno non mancano gli omaggi alla figura in assoluto più importante nella vita di ognuno di noi. C’è chi celebra questa ricorrenza con fiori e doni, pranzi e biglietti; quest’anno vista la particolare condizione che stiamo vivendo, potrebbe essere carino preparare un regalo home made per le nostre mamme, un pranzo cucinato interamente da noi, un regalo preparato con materiale di recupero in casa, o magari regalando una giornata di relax e affetto che le ricompensi di tutto l’amore e i sacrifici che ogni giorno loro hanno dedicato a noi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento