rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
publisher partner

Comprare e vendere casa a Parma e dintorni: dati e previsioni per il futuro

Pubblicati i risultati dell’ultimo Osservatorio del mercato immobiliare relativo al 2022

Quando le associazioni di categoria mettono a disposizione i risultati degli studi e delle analisi di mercato, spesso e volentieri le conclusioni che si possono trarre non rappresentano una sorpresa per chi, ogni giorno, tasta il polso della situazione sul territorio in quello specifico settore. Per tutti gli altri, ovvero cittadini e consumatori, capire le dinamiche di mercato, può significare prendere decisioni, anche importanti, che vanno a influire sulla vita, sui propri risparmi e quindi sul futuro. 

Il mercato immobiliare parmense sotto la lente della FIAIP

Il caso del settore immobiliare  è esemplare in tal senso: comprare casa è sicuramente una delle decisioni  più importanti da prendere, per la quale vanno fatte considerazioni e riflessioni non da poco. In questo caso, ad esempio, sapere se il valore degli immobili in una data città stia salendo o scendendo, o se l’offerta di immobili sia in aumento, diventa un  elemento  fondamental e per prendere una decisione.
La
FIAIP , Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, ha recentemente presentato l’ Osservatorio del mercato immobiliare di Parma e provincia , in cui vengono analizzati i dati relativi all’anno 2022 . Un’analisi utile ai tecnici del settore, a chi investe regolarmente “nel mattone”, ma anche ai privati cittadini che possono così avere le idee più chiare su quale direzione prenderà il mercato immobiliare  nell’immediato futuro in Italia e, più nello specifico, nel territorio parmense.

Dati e risultati spiegati dagli esperti

Piccola Agenzia Servizi Immobiliari, ormai diventata un riferimento proprio nel territorio di Parma, ci ha raccontato cosa è emerso dall’analisi presentata da FIAIP, mostrandoci non solo i risultati, ma spiegandoci anche le impressioni e le conclusioni che un esperto del settore ne può trarre in ottica di servizio al cliente. Uno dei dati più evidenti emersi è che il numero di compravendite, sia in Italia che nel parmense,  sia in costante aumento addirittura dal 2014, con una sola flessione nel 2020 per “cause di forza pandemica”. Focalizzandosi sulla sola città di Parma, ad esempio, l’aumento di compravendite tra il 2021 e il 2022 è stato dell’8,53%. Un po’ più basso (+1,24%) il dato registrato in provincia, ma comunque un aumento da considerare. Dati che dimostrano come la fiducia nel “mattone” non venga meno neanche in tempi di incertezze e difficoltà come quelli attuali. Un andamento sostenuto, ovviamente, anche della grande spinta offerta da bonus e agevolazioni fiscali del settore, che hanno permesso anche a fasce di popolazione più giovani, normalmente svantaggiate in questo ambito, di avere più potere d’acquisto e di poter, quindi, intraprendere un investimento di questo tipo. Un dato curioso e meno scontato emerso dall’Osservatorio è, invece, la propensione degli italiani ad acquistare e vendere casa nella seconda parte dell’anno. In questo caso, forse, la spiegazione è meno tecnica e più filosofica. È come se con l’arrivo della bella stagione le persone fossero più predisposte ai “nuovi inizi”. Da qui il desiderio di iniziare in primavera la ricerca di una nuova casa o la vendita , con il risultato che l’effettiva finalizzazione della compravendita avvenga tendenzialmente qualche mese dopo, ovvero nella seconda metà dell’anno.

Aumento dei prezzi degli immobili: Parma registra un +4%

In ogni caso, se da un lato,  questi macro-dati appaiono confortanti, con una domanda effettivamente in crescita e una rinnovata fiducia generalizzata nel settore, d’altro canto,  Piccola Agenzia ci fa notare che la realtà non è tutta rose e fiori.  Specialmente negli ultimi mesi, infatti, l’agenzia ha registrato una carenza di immobili in vendita  nel parmense. A fronte di un aumento della domanda, quindi, non si registra un pari fermento nell’offerta, con la conseguenza che i prezzi tendono inesorabilmente a salire. L’ aumento diffuso dei prezzi  è stato monitorato anche dall’Osservatorio, che ha registrato un +3% in Italia e un +4% nella città di Parma .  Ma se la suddetta riduzione dell’offerta rispetto alla domanda ha la sua parte di colpa, va anche valutato, come concausa, l’aumento generalizzato del costo della vita di questo periodo, a cui il settore immobiliare non fa certo eccezione.

Meno costruzioni, più rigenerazioni: il futuro sarà sempre più sostenibile

A tali considerazioni si aggiunge, poi, un altro elemento emerso dalle analisi, che riguarda le tendenze future del mercato .  Sempre più spesso, infatti, si tenderà a privilegiare il non-consumo di suolo , riducendo quindi nuovi interventi di lottizzazione e nuove costruzioni a favore di operazioni di rigenerazione . Un trend che va di pari passo con le politiche di sostenibilità ambientale  e che si pone in netta opposizione alle pratiche edilizie degli ultimi anni.

Comprare e vendere casa: affidarsi agli esperti conviene

Ecco, allora, che il quadro si fa più chiaro non solo per chi opera nel settore, ma anche per chi intende vendere o acquistare casa. La bella stagione, come detto, sembra propizia per cominciare a guardarsi intorno. E sarà meglio iniziare subito, data la carenza d’offerta che potrebbe finire per prolungare i tempi di un acquisto.  Affidarsi a Piccola Agenzia , che ha dimostrato di avere il reale polso del mercato su Parma e provincia e di conoscerne a fondo le dinamiche, può essere una soluzione ideale e senza stress .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ParmaToday è in caricamento