Un contributo economico per chi valorizza il territorio

Pronti dalla Regione 600mila euro per comuni e associazioni a sostegno dei piccoli interventi ambientali

C’è da drizzare le orecchie. La crisi imperversa, la spending review è rapace e i fondi sono merce rarissima. La Regione Emilia Romagna riesce, però, a stanziare una piccola cifra per l’ambiente.
Non si tratta certo di numeri risolutivi, ma ogni sforzo nella direzione della salvaguardia territoriale è ben accetto e anche cifre modeste possono contribuire a fare la differenza.

È proprio questo lo scopo della delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dall’assessore all’Ambiente e alla Riqualificazione urbana Sabrina Freda, che riguarda le azioni integrate per la promozione e la valorizzazione della sostenibilità locale, concentrandosi sugli obiettivi riguardante le azioni integrate per la promozione e la valorizzazione della sostenibilità locale.

In base a quanto previsto dal Piano di Azione Ambientale 2011/2013, la Regione metterà a disposizione 600.000 euro per le comunità locali che proporranno azioni e interventi di tutela dell’ambiente, in particolare per quanto riguarda la promozione e la valorizzazione della biodiversità, il miglioramento della qualità dell’aria, la prevenzione e la riduzione dei rifiuti, il miglioramento della qualità delle acque e la riqualificazione urbana. L’iniziativa considera quale elemento qualificante l’integrazione virtuosa fra le diverse matrici ambientali.

«Si tratta – dichiara l’assessore Freda – di concedere alle amministrazioni locali un facile accesso a un sostegno economico: servirà a mettere in pratica tutti quegli interventi quotidiani che non trovano spazio nei grandi canali di finanziamento ma che sono comunque necessari e importanti per la tutela dell’ambiente».

Due le linee d’azione previste: la prima si rivolge ai Comuni e prevede il finanziamento di progetti per interventi sulle infrastrutture – nuove, di completamento o di manutenzione straordinaria – a supporto delle politiche di sostenibilità, per i quali sarà destinata la somma complessiva di 500.000 euro, mentre la seconda mette a disposizione 100.000 euro per le associazioni e le istituzioni senza fini di lucro che supportano politiche sostenibili anche con semplici azioni di carattere comunicativo, dimostrativo, di tutela e promozione della qualità ambientale. Entrambe prevedono una percentuale di contributi al 100% della spesa che sarà considerata ammissibile. Per la prima linea d’azione è previsto un contributo massimo di 25.000 euro, mentre per la seconda è previsto un tetto massimo di 10.000 euro.  Le proposte di candidatura devono essere firmate digitalmente e devono pervenire entro il 31 dicembre 2014, sino a esaurimento delle risorse, al seguente indirizzo: aggambiente@postacert.regione.emilia-romagna.it .

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
ParmaToday è in caricamento