Bene Parma, nella raccolta dei RAEE supera la media nazionale

Il dossier annuale sui Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche fotografa la situazione 2012: l'Emilia Romagna è terza, i comuni parmigiani si attestano a 4,77 kg raccolti per abitanti

di Antonio Simonetti

23.193.663 kg di Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) raccolti per 5,34 kg pro capite, 358 centri di raccolta totali, 312 centri di raccolta aperti alla distribuzione, 8,24 centri di conferimento ogni 100mila abitanti. Questi sono i dati sui RAEE forniti dal dossier annuale per l’Emilia Romagna, che si conferma, anche per il 2012, la terza regione d’Italia per la raccolta di questo tipo di rifiuti.

L’Emilia Romagna mantiene il podio nonostante una variazione negativa dei quantitativi del 18,69% rispetto al 2011 e registra una media pro capite ampiamente sopra quella nazionale. Gli elettrodomestici più raccolti sono Tv e Monitor (classe R3) con 7.246.531 kg, seguiti da Grandi Bianchi (classe R2) con 6.752.738 kg e Freddo e Clima (classe R1) con 5.354.300 kg. Buoni risultati per i Piccoli Elettrodomestici (R4) che totalizzano 3.738.539 kg.

La Provincia di Parma nel 2012 raccoglie 2.039.133 kg di RAEE e, anche se registra una flessione del 24,15% rispetto al 2011, realizza, con 4,77 kg per abitante, una media di raccolta pro capite comunque al di sopra del dato nazionale. I Centri di raccolta in provincia sono 49, 45 dei quali hanno permesso il conferimento alla Distribuzione: per ogni 100mila abitanti i Centri di Conferimento sono 11,46.

Nella classifica dei Raggruppamenti, in testa a Parma ci sono i Grandi Bianchi (R2) con il 29,72%, seguono Tv e Monitor (R3) con quasi il 28,78%. Nel triennio 2010-2012, l’andamento della raccolta registra una decrescita per R2 e R3, più stabili nei primi due anni R1 e R4 che invece nel 2012, in linea con la tendenza provinciale, registrano una flessione.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
ParmaToday è in caricamento