Formazione per ricostruire

La Regione offre dieci lezioni per tecnici geometri sul rilievo dei danni e la ricostruzione post terremoto. Il corso, che ha già 220 iscritti, è organizzato dalla Fondazione Geometri e Geometri Laureati dell’Emilia Romagna in collaborazione con il Servizio Geologico Sismico

di Max Corradi

Un’iniziativa per divulgare la cultura della Protezione Civile in Emilia-Romagna e consentire l’approfondimento degli aspetti geologici e delle tematiche strutturali relative agli edifici in muratura e altre strutture. 

Questo è l’obiettivo del nuovo corso dedicato alla formazione professionale e tecnica dei geometri nel rilievo dei danni post-sisma e per la ricostruzione, organizzato a seguito dell'interesse dimostrato da parte dei professionisti che svolgono attività nel settore edilizia per i corsi di formazione organizzati nel 2013 (ai quali hanno partecipato oltre 550 tecnici dei settori pubblico e privato).

Il corso, che ha già 220 iscritti, è organizzato dalla Fondazione Geometri e Geometri Laureati dell’Emilia Romagna in collaborazione con il Servizio Geologico Sismico e dei Suoli e il Comitato Tecnico Scientifico della Regione Emilia-Romagna e il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale.

Le lezioni affronteranno anche gli aspetti metodologici di compilazione della scheda AeDES e i temi relativi ai Sistemi informativi MUDE (Modello Unico Digitale per l’Edilizia) e SIS (Sistema Informativo Sismica) e agli atti della ricostruzioni quali le principali ordinanze. Il corso prevede il riconoscimento dei crediti formativi, ha una durata di 50 ore articolate in dieci incontri che si terranno, dal 17 gennaio al 21 marzo, ogni venerdì dalle 14.00 alle 19.00 presso la sala A della Terza Torre della Regione Emilia-Romagna, Viale della Fiera, 8 – Bologna.

 (Il programma dettagliato è consultabile sul portale dedicato all’ambiente della Regione Emilia-Romagna)

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
ParmaToday è in caricamento