Sport

1H Handbike: due giorni di sport e inclusività nella Paralimpiade di Parma

Si è tenuta questo fine settimana la seconda edizione della gara di 1H Handbike (1 ora + 1 giro), valida per il Campionato regionale individuale

Si è tenuta questo fine settimana la seconda edizione della gara di 1H Handbike (1 ora + 1 giro), valida per il Campionato regionale individuale. Visto il grandissimo successo riscosso già lo scorso anno, questa volta l’evento ha raddoppiato e si è suddiviso in due giorni dedicati allo sport e all’inclusività. Sabato 10 giugno, in Piazza Garibaldi e sotto i Portici del Grano, sono state organizzate dimostrazioni e spazi informativi per scoprire e provare tanti diversi sport minori e paralimpici: scuole di scherma, danza, baseball, karate, taekwondo e tanto altro si sono date appuntamento per coinvolgere tanti giovani atleti e i parmigiani che passeggiavano per il centro storico cittadino.

Durante la mattinata si è svolto anche il talk “Sport e inclusione: come fare rete per affrontare le sfide sociali”, in occasione del quale, i tanti relatori intervenuti hanno avuto modo di presentare le loro realtà sportive e imprenditoriali, le tante esperienze importanti e i progetti attivi nel territorio, pensati per persone con disabilità.

Tra gli intervenuti all’incontro, moderato da Andrea Grossi, delegato CIP, anche l’Assessore allo Sport, Marco Bosi , che ha ricordato quanto la città sia attenta e sempre in prima linea: “Parma ha una tradizione importante nel mondo dello sport inclusivo, abbiamo appena ospitato le finali nazionali di sitting volley e siamo particolarmente soddisfatti della cultura sportiva che si sta creando. E insieme alla sensibilità, sta crescendo anche l’offerta sportiva”.

Parma come centro di rilievo non solo per le strutture, ma anche per lo studio e la produzione di attrezzature e di progetti d’eccellenza: ne hanno parlato Luca Vescovi, responsabile del progetto Z Bike per Dallara, e Andrea Farnese di Giocampus, esperienza fiore all’occhiello di Parma, che promuove il benessere delle bambine e dei bambini attraverso un percorso che unisce attività motoria ed educazione alimentare, perché “il gioco rimane impresso nella memoria, mi diverto apprendendo e il ricordo rimane per tutta la vita”.

“Abbiamo disegnato e prodotto la nostra Handbike grazie al continuo indispensabile supporto di Alex Zanardi – ricorda Luca Vescovi - Lui ci ha consegnato il suo sogno e noi lo abbiamo interpretato, creando un prodotto confortevole, unico e vincente! Oggi stiamo cercando di organizzarci per dare a tutti la possibilità di provare la bike: abbiamo lavorato sul concetto di regolazione perché sia utilizzabile da atleti diversi e Dallara è disponibile a incontri in pista per testarla in piena sicurezza”.

Importanti storie di inclusione e collaborazione sono quelle raccontate anche dal presidente della Onlus Sostegno Ovale, Stefano Cantoni, che ha ricordato l’importanza dello sport come momento di condivisione e amicizia, che dai campi di gioco può arrivare a cementarsi per una vita intera, e da Alessandro Garbasi, presidente del Comitato Appennino a 5 Cerchi. "Abbiamo voluto creare un percorso che permettesse a tutti di godere appieno di una montagna che fosse accogliente e inclusiva, e per fare questo è stato indispensabile coinvolgere associazioni di esperienza come il Cip e Anmic e ora vogliamo fare rete con la città e con la pianura, riuscire a unire tutte le forze, per fare dell’Emilia-Romagna una nuova Paralympic Valley a livello nazionale. Possiamo cambiare il modo di pensare lo sport, perché diventi davvero inclusivo per tutti".

La vittoria nella classifica generale è andata a un atleta di casa, categoria MH4, Andrea Botti, del team Tigullio Handbike Team, per la categoria MH4, e a Francesca Porcellato, G.C. APRE-OLMEDO tra le donne. La strepitosa campionessa e paraciclista vanta la partecipazione a 10 Giochi paralimpici con la vittoria di 15 medaglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

1H Handbike: due giorni di sport e inclusività nella Paralimpiade di Parma
ParmaToday è in caricamento