menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

LIVE Monza - Parma 1913 0-0 | Traversa di Cacioli, Longobardi in tribuna

Il tecnico crociato si affida agli stessi undici che hanno bene impressionato contro il Pontedera. Unico cambio Messina per Adorni a destra. Giaretta, ds dell'Udinese, in tribuna: si discute per Perisan

Due squadre, un destino. Fallimento per entrambe, cause simili, ma Monza e Parma hanno voglia di risalire in fretta. Tra successioni di presidenti (tre a  testa, pensate voi), fals in bilancio e debiti, retrocessioni e fallimenti, il calcio che conta non c'è più. Restano i tifosi che amano incondizionatamente le squadre, a supporto sempre quando giocano. Dopo le prime uscite, la squadra di Apolloni è chiamata a confermare i progressi visti con il Pontedera. Per la prima volta in questo precampionato, affronta una squadra di pari categoria, e chissà che non si affrontino anche nel prossimo campionato, che partirà i primi di settembre. Con Baraye rispedito temporaneamente a Verona, niente accordo con il Chievo, Apolloni si affida al quartetto che ha fatto man bassa della difesa toscana, con Musetti davanti e Lauria a guidare l'attacco con la fantasia di un 10 atipico. Spazia sul fronte e non da riferimenti agli avversari. Sereni e Melandri sono pronti a prendere piede in campo aperto, ma lo spazio non c'è. Il Monza parte meglio, costringe i crociati a indietreggiare il baricentro. Alla mezzora, il Parma porta il primo pericolo verso Radaelli, con un tiro centrale ma forte vche il portiere non trattiene. Prende fiducia il Parma con Cacioli che coglie la traversa su assist di Corapi. 

Il secondo tempo inizia come al solito con la girandola delle sostituzioni, per dare un po' di spazio a tutti e trovare minutaggio. Entrano Adorni, Saporetti, Rodriguez, Agrifogli, Vignali, Mousa e Buttaccio per Cacioli, Lucarelli, Ricci, Giorgino, Melandri, Sereni e Musetti. La squadra di Apolloni gira meglio nella ripresa, le gambe sono imballate, i carichi di lavoro si fanno sentire e la partita non è spumeggiante, tranne che per qualche tentativo alla fine del primo tempo. Vignali, sempre tra i più brillanti, regala un pallone invitantissimo a Lauria che però viene sparato alto. E' l'ultimo guizzo del napoletano, al suo posto Traykov. E, con l'uscita di Lucarelli prima e Corapi poi, il capitano diventa Adorni, parmigiano da generazioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento