A Collecchio rispunta il pallone, un altro passo verso la normalità

Intanto il Parma attende il protocollo

Bruno Alves e Sepe, per citare qualche nome di senatori, sono rimasti a dormire a Collecchio. Il ritiro organizzato dal Parma lunedì 18 maggio al principio della fase due e da ieri diventato facoltativo in attesa della pubblicazione del protocollo che dia il via ufficiale agli allenamenti collettivi, è tutto sommato un’idea che piace. Chi vuole da ieri può tornare a casa a dormire, può riabbracciare le famiglie. Chi non le ha vicino, come il capitano e il portiere, si gode la tranquillità di un centro sportivo messo a disposizione dei calciatori che trovano al suo interno tutti i confort e le comodità per svolgere allenamenti in sicurezza. Il lavoro atletico cominciato a casa dagli atleti in quarantena è continuato sui campi di Collecchio con sedute individuali fatte di corsa e test fisici, senza pallone. Chiaramente zero schemi, non è certo tempo di tattica ma qualche esercizio in piccoli gruppi e nel chiaro rispetto di regole e distanze può darsi sia stato svolto. C’è voglia di ripartire, il Parma lo ha mostrato a tutti i livelli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E D’Aversa, che guarda tutti da lontano, ha già in mente la programmazione dello sprint di fine stagione per impennare le credenziali di una squadra che prima dell’impatto del coronavirus stava facendo registrare picchi alti di gradimento. E a Collecchio è spuntato anche qualche pallone, sanificato chiaramente per riprendere confidenza con la normalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

  • Emergenza Covid-19, 100 carabinieri contagiati: un militare di Noceto è deceduto

Torna su
ParmaToday è in caricamento