Vigilia contro l'Atalanta, D'Aversa: "Loro forti in ogni reparto. Mi aspettavo regali ma..."

"Non sono stato bravo evidentemente perché né Babbo Natale, né la befana mi hanno fatto regali. La società sa quello che serve"

Roberto D'Aversa - foto Ansa

Dal nostro inviato
COLLECCHIO - Anno nuovo, soliti problemi. Roberto D'Aversa è ancora alle prese con la situazione infortuni, una situazione che non riesce a sbrogliare. Se da un lato i rientri a pieno regime di Scozzarella, Grassi e Kucka offrono garanzie e una certa 'abbondanza' nel reparto, dall'altro le condizioni precarie di Inglese e Cornelius non hanno cambiato nulla in quello avanzato. E va bene che i due centravanti partiranno con la squadra, ma a mezzo servizio e per ragioni più che altro numerico (specialmente per quello che riguarda Cornelius, il cui processo di recupero va comunque a gonfie vele). 

"Nell'allenamento di oggi ha lavorato con noi Andreas, Inglese invece tutto la settimana ha fatto un lavoro a metà con la squadra, curandogli l'aspetto del non contratto. Ha un po' di dolore e fastidio voglio ringraziare sia lui che Cornelius perché sono rimasti qua a lavorare, la convocazione è il giusto premio. Kulusevski? Quello che è successo ha un po' nascosto le difficoltà a livello di formazione. Per fortuna posso contare su di lui, su Cornelius e su Inglese. La mia società è stata brava nella gestione del giocatore, e lui va apprezzato perché ha dicharato che vuole dimostrare di essere un professionista serio. 

Penso che questa settimana avesse dovuto parlare un po' di più lui, i tifosi volevano sentirsi dire da lui il suo pensiero. Ai tifosi dico che 99 giocatori su 100 non sarebbero neanche tornati a Parma. Lui ha avuto un grande senso di riconoscenza verso tutto l'ambiente, posso garantire che la sua maturità lo porterà a fare un grande girone di ritorno. Ha margine di crescita e la possibilità chiaramente di commettere qualche errore. Manca Gagliolo, ma Pezzella è un giocatore potenzialmente molto forte. Non dimentichiamoci che ha venti anni. Ha le sue caratteristiche e va sfruttato per quelle che sono le sue caratteristiche. 

Riprendere il campionato con l'Atalanta non è semplice, è il peggior avversario da dover affrontare alla ripresa. Hanno fatto bene, possono fare ancora meglio, nei momenti cruciali sono mancati Muriel e Zapata. Domani saranno tutti a disposizione, sono bravi nell'uno contro uno, vengono dentro con gli interni del centrocampo, nella completezza credo che sia una delle squadre più forti del campionato. Contavo sulla pausa per avere qualche giocatore in più, Babbo Natale e la Befana non mi hanno portato nessun regalo, evidentemente non mi sono comportato bene. Dobbiamo essere bravi a limitare una squadra che fa tanti gol, noi possiamo fare il nostro per metterli in difficoltà. Questo gruppo ha dimostrato cose importanti. L'Atalanta deve essere un esempio per tutte le società medie che vogliono crescere, per noi, per una società come il Parma, bisogna seguirla e prenderla a modello. E' una squadra forte, lo sappiamo. Non firmo per un pari, perché se andiamo a Bergamo per fare un punto andiamo a casa con zero. Dobbiamo capire che partita vogliamo fare. 

Il mercato? Società e direttore sanno bene di cosa ci sarà bisogno, andiamo ad affrontare l'Atalanta in un campo ostile. L'Atalanta va affrontata in maniera umile, se ti mostri sfrontato significa che sei disposto a concedere molto. Molto dipende dalla concentrazione, dalla voglia di portare a casa il risultato, dalla determinazione. Se aspetti ti massacrano. Dopo la pausa l'incognita c'è sempre, si lavora per riprendere la forma migliore. L'Atalanta ti può fare male in ogni momento, dobbiamo essere noi al 120% dal punto di vista singolo. Scozzarella? Matteo si è curato altrove, ha lavorato con noi in settimana ma non è al 100%. A livello difensivo è migliorato tanto, sa cosa chiedo io in quel ruolo e recepisce alla svelta. Domani non partirà dall'inizio ma sarà fondamentale averlo in panchina". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

Torna su
ParmaToday è in caricamento