menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, Munari è preoccupato: "Se siamo questi si va poco lontano"

Dal nostro inviato

BASSANO DEL GRAPPA - Gianni Munari non le manda a dire: parole da leader le sue, che riconosce i numerosi passi indietro fatti dal Parma: "Abbiamo fatto l’ennesima partita che non dovevamo fare. Abbiamo sbagliato sotto tutti i punti di vista. Vi assicuro che la volontà c’è, da parte di tutti. Non possiamo essere questi. Se giochiamo così, facciamo fatica. Ora dovremo guardarci dentro e fare un esame di coscienza. Bisogna staccare, per riprenderci alla grande, Comunque abbiamo un obiettivo da raggiungere, a cui crediamo. Oggi non c’è stata l’intensità giusta. Non è un problema fisico. Credo sia più un problema di testa. Abbiamo giocato tre partite la settimana scorsa, però abbiamo avuto l’opportunità di recuperare. Abbiamo sbagliato tante giocate,  anche le cose più semplici. Bisogna cercare di riattaccare subito. Ci vuole la responsabilità di prendere per mano la squadra. Credetemi, la volontà c’è. C’è sempre stata. Sì, è vero, questa settimana un po’ ha consumato le nostre energie nervose. Le motivazioni, però, devono andare al di là di quanto è successo questa settimana. Il Bassano è una buona squadra. Davanti hanno fatto la differenza. Hanno corso per tre, sia gli esterni che gli attaccanti. Hanno messo più intensità rispetto a noi. Sinceramente io non mi aspettavo un Bassano così. Si è dimostrato un’ottima squadra, soprattutto dal centrocampo in sù. Mi meraviglio che siano così indietro in classifica. I tifosi ci hanno chiaramente espresso il proprio disappunto. Dispiace, perché li conosco, quattro anni fa ero qui. Domani è Pasqua, potevano benissimo stare a casa, ma invece sono venuti in tanti a Bassano. Ci hanno incitato anche a fine partita e ci hanno detto che sono con noi. Per noi è fondamentale. Lasciamoci alle spalle questa sconfitta, proviamo a ripartire, perché abbiamo un obiettivo da raggiungere. Se siamo questi di oggi, sono preoccupato e anche tanto. Secondo me è questione di motivazioni. Non siamo fenomeni, altrimenti giocheremmo tutti in A. Se siamo in questa categoria, è perché abbiamo anche alcune lacune. Ognuno di noi deve concentrarsi su quanto possiede. Solo così si può vincere. Se sbagliamo anche le cose più semplici, però, facciamo fatica e si va poco lontano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 125 nuovi contagi e un morto

  • Cronaca

    Parma da oggi in zona arancione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento