menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessandro Lucarelli - foto D. Fornari

Alessandro Lucarelli - foto D. Fornari

Brescia-Parma 2-1 | Torregrossa piega i crociati, non basta Ceravolo

La doppietta dell'attaccante siciliano regala la vittoria ai ragazzi di Boscaglia: il Parma perde la sua ottava partita, un po' troppe per chi vuole fare un campionato di vertice

Dal nostro inviato
BRESCIA - Bisognava vincere e invece si è perso. E pure male, con un Brescia che in due partite ha fatto bottino pieno rosicchiando al Parma sei punti. La nota positiva, oltre al ritorno al gol di Ceravolo (non segnava dalla prima partita dei play off del Benevento, dal 23 maggio, per ovvi motivi), è che contro Boscaglia non si gioca più. Il tecnico è stato esonerato e poi richiamato per sostituire Marino e su tre vittorie complessive è riuscito a vincere due volte con il Parma. Brutto segnale, se a questo poi si aggiunge che quella di Brescia è l'ottava sconfitta in campionato, allora diventa tutto molto pesante. E abbastanza inspiegabile per chi vuole fare un campionato di vertice come il Parma. O forse avrebbe voluto. Certo, ci sono ancora diciotto partite a disposizione per cercare di raddrizzare la situazione e certo arrivare ai play off non sarebbe un disonore, ma il 2-1 di Brescia forse certifica una volta per tutte che la squadra non ha la forza per puntare quelle che stanno davanti. E che viaggiano a un altro ritmo. Va detto che il Parma aveva fuori Calaiò influenzato, Siligardi e Scozzarella ko per lo stesso motivo, Vacca non al top e Gagliolo che ha giocato con qualche linea di febbre. 

SBAVATURE - D'Aversa a fine partita ha parlato di mancanza di cattiveria, di determinazione. E allora, mentre il Parma gestisce la partita, viene punito paradossalmente nei momenti in cui ha provato ad addormentarla e in cui non dava minimamente l'idea di poter subire gol. Ma una pallaccia lenta e prevedibile di Curcio, mal gestita da Lucarelli e dalla difesa che ha lasciato solo il capitano contro Torregrossa, è stata trasformata in gol dal giocatore entrato per un attimo nelle mire di Faggiano in un mercato avaro di colpi dell'ultima ora. Il pareggio di Ceravolo, tornato cannibale solo per un attimo, ha illuso il Parma di poter portare a casa l'intera posta in palio. 

Ma come successo in occasione del primo vantaggio bresciano, nel momento in cui i crociati sembrano poterla 'sfangare', subiscono il secondo gol. Questa volta è un capolavoro di Torregrossa che - con la partecipazione della immobile retroguardia crociata - controlla e calcia di sinistro infilando Gigi Frattali che può solo guardare la palla finire sotto al sette. E che qualche minuto dopo deve superarsi anche su Okwonkwo entrato al posto di Caracciolo all'inizio del primo tempo, che si accentra e spara a giro. Solo il volo di Frattali nega la rete all'ex Bologna che come media gol è il primo della classe: uno ogni 67'. Mica male. Il Parma alla lunga si sgonfia, attacca ma il giro palla è lento e davanti c'è poco movimento. Da Cruz (che nel primo tempo ha sulla coscienza la palla gol più importante della prima frazione), si batte e si sbatte, porta a casa falli ma non sempre è lucido in costruzione. E quando D'Aversa - che torna a giocare dopo tanto con le due punte - si accorge che i buoi sono scappati, prova a riprenderli prediligendo una trazione anteriore che porta poco beneficio in zona gol, dove i crociati sono sempre indecisi e appaiono poco convincenti. E forse non è tutta una questione di determinazione e cattiveria. La tenuta mentale di una squadra che mira a fare un campionato di vertice non può certamente essere questa, ma neanche il gioco. 

LA DIRETTA

IL TABELLINO 

BRESCIA-PARMA 2-1

Marcatori: 37' e 64' Torregrossa (B), 58' Ceravolo (P) 
brescia-2

BRESCIA (4-4-2): Minelli, Somma, Torregrossa, Martinelli, Caracciolo (Cap.)(55′ Okwonkwo), Embalo (84′ Meccariello). Coppolaro, Curcio, Bisoli, Tonali, Gastaldello (V.Cap.). A disp: Pelagotti, Ndoj, Cortesi, Spalek, Furlan, Longhi, Cancellotti. All.: Boscaglia

parma-logo-nuovo-2-2PARMA (4-3-3): Frattali, Iacoponi, Vacca (55′ Ceravolo), Lucarelli (Cap.), Munari (V.Cap.), Da Cruz, Insigne (72′ Baraye), Di Gaudio, Gazzola, Gagliolo (78′ Scozzarella), Scavone. A disp: Nardi, Di Cesare, Mazzocchi, Frediani, Anastasio, Barillà, Siligardi, Siligardi, Dezi. All.: D’Aversa

Arbitro: Sig. Aureliano di Bologna.

Note – Calci d’angolo: 9-5. Ammoniti: Vacca (29′), Tonali (60′), Gastaldello (62′), Gazzola (72′), Somma (76′), Da Cruz (83′). Recupero: 0’pt, 5’st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Salute

Come calcolare l'Indice di Massa Corporea

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento