rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport

Bruno un tuffo nell'oceano per dimenticare Cagliari

Il capitano a Povoa de Varzim approfitta del riposo e si allena duramente

“Tuffi nell’oceano per pulire mente e corpo”. Bruno Alves cerca di dimenticare in fretta la scoppola di Cagliari, un pugno in faccia che ha stordito il Parma che si prepara a chiudere il mese di febbraio disastroso (un punto in tre partite) preparando la sfida con il Napoli. I due giorni liberi concessi da D’Aversa servono a qualcuno per fare ritorno a casa, ad altri per staccare. A capitan Bruno per … allenarsi. Alla sua maniera. A bordo dell’oceano, in Portogallo, a Povoa de Varzim, dove è nato e cresciuto il bucaniere crociato. Che a Cagliari, altra zona di mare, l’ha vista poco assieme ad Alessandro Bastoni, compagno di un reparto che traballa e che nelle ultime quattro partite ha subito nove gol, quattro di testa, due causati da una spizzata. La terza rimonta con successiva sconfitta (la prima con il Milan, la seconda con la Spal), dicono che al Parma manca la concentrazione e che questa non è la solita squadra di D’Aversa. Il tecnico crociato non vuole sentir parlare di cali fisici, sabato ha detto: “Il Cagliari ci è stato superiore per cattiveria e determinazione. Ha voluto vincere”. Il sentirsi appagati non appartiene alla cultura operaia di Roberto D’Aversa, né a quella da leader di Bruno Alves che ha approfittato dei due giorno per pulire mente e corpo dalle scorie con un allenamento arduo, duro e al limite (provateci voi a tuffarvi nell’oceano in inverno) della logica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruno un tuffo nell'oceano per dimenticare Cagliari

ParmaToday è in caricamento