rotate-mobile

Buffon: "Parma, calvacata storica: grande merito di Pecchia e dei ragazzi"

L'ex portiere e capitano crociato è tornato in città dove riceve il Sigillo dell Città: "Se torno da dirigente? Credimi, non la so questa storia, non l'ho mai sentita"

Dovrebbe essere abituato a ricevere premi, il portiere più forte della storia del calcio. Eppure ricevre il Sigillo della Città lo imbarazza. Ha parato i tiri di tutti i più grandi, respinto le conclusioni dei giocatori migliori del pianeta, ma davanti  a questo riconoscimento, Gigi Buffon è particolarmente emozionato: "Sì, perché è una grandissima emozione e un grandissimo orgoglio per me - ha detto ai giornalisti davanti all'Auditorium Paganini -. Spesso mi chiedo se me lo sia meritato davvero. Non ne ho idea, non posso rispondere io, credo che nessun uomo meriti riconoscimenti così alti a meno che non abbia compiuto atti eroici o salvato vite. Ma se prendiamo come asset, o come elemento un sentimento forte, del bene e della reciprocità, dell'affetto e della condivisione, può probabilmente essere anche giusto, ma sono in grande imbarazzo quando mi premiano per certe cose". 

Gigi Buffon è sempre stato un tutt'uno con la città, con la sua gente. Il Parma non lo ha mai dimenticato, nonostante sia rimasto a lungo lontano da Parma. E basta vedere gli abbracci con il suo ex presidente, Fulvio Ceresini, o con Alessandro Nista e Sandro Melli. Buffon, il Parma l'ha seguito anche quest'anno, in quella che definisce una stagione irripetibile. "Il Parma ha fatto qualcosa di eccezionale. In testa dalla prima all'ultima giornata, ha dominato il campionato un po' credo anche sulla scia del finale e delle ultime partite dell'anno scorso. Tutti hanno dato per scontato la promozione, ma non era semplice. Vi dico la verità: secondo me ci sono tanti meriti dello staff tecnico, dell'allenatore, dei ragazzi. La squadra era competitiva, ma non la più forte. Se dimostri, invece, di essere la più forte significa che ci ha messo qualcosa in più. Ha avuto più ritmo nelle partite, più conoscenza e più brillantezza". 

In chiusura, Buffon ha escluso con poche parole un ritorno da dirigente. Era finito in mezzo a voci che lo volevano come vice presidente del Parma. "Non lo so, te lo giuro. Non so niente. Non ne ho mai sentito parlare".

Video popolari

ParmaToday è in caricamento