Sport

Buffon: “Parma mi scalda il cuore, Maresca predestinato”

“Posso fare ancora 4-5 anni, non ho dubbi sulle mie prestazioni. I giovani? Devo essere umile io nel creare un rapporto con loro, ci stiamo riuscendo”

Gianluigi Buffon - foto Davide Fornari

"Voglio dimostrare di essere speciale e non ho alcun dubbio sulle mie prestazioni. Ho le giuste motivazioni e posso fare bene per altri 4 o 5 anni: voglio vincere anche quest'ultima sfida. E Maresca è un predestinato". Gigi Buffon a Sky si racconta così, dal ritiro di Castelrotto. 

"Sì, la voglia di stupire e di dimostrare di essere un atleta, un portiere e una persona speciale. Questo è il motivo per il quale vado avanti, intraprendo certe strade e amo certe sfide. Questo è il succo della vita, o almeno della mia. Certo. Alla mia età il dubbio di essere un portiere performante o meno non ce l'ho. Ho la certezza di poter fare bene fino ai prossimi quattro o cinque anni perché mi sento bene e ho acquisito un'esperienza che non mi fa avere dubbi sulle prestazioni. I dubbi li puoi nutrire nel momento in cui non hai le motivazioni giuste o non fai la scelta che riesce a scaldarti il cuore e l'anima come dovrebbe. In quel caso, a una certa età, rischi di fare delle brutte figure. Ma questo non è quello che ho pensato quando ho scelto Parma perché secondo me Parma ha le caratteristiche giuste per poter affrontare e cercare di vincere anche quest'ultima sfida".

SPOGLIATOI - "Magari per i più giovani il primo giorno può sembrare strano vedere non solo l'uomo di 43 anni, ma anche il giocatore che entra in un contesto simile. Ma credo che sia importante l'intelligenza di tutti e anche una certa umiltà che devo avere io per farmi apprezzare e per creare dei rapporti con i ragazzi. Penso che dal secondo giorno il ghiaccio si sia rotto. Sto vivendo un bel clima di amicizia e di positività, quindi mi auguro che tutto questo possa essere propedeutico a una grande stagione".

MARESCA - "Le prime sensazioni sono molto buone e convincenti. Io credo che ogni allenatore cerca sempre di portare le proprie idee, che spesso e volentieri sono diverse dal canonico. Ma la vera differenza è come si riesce a trasmettere queste idee e come si riesce a farle recepire alla squadra. In questo mi sembra che Maresca abbia un qualcosa di differente che fa breccia immediatamente nella testa dei giocatori e questo è determinante".

SERIE B - "Me lo ricordo e mi ricordo anche che non è stata una passeggiata di salute. Inizialmente incontrammo qualche problemino, poi nel lungo periodo siamo riusciti a consolidare una certa leadership e a quel punto anche le altre squadre ti affrontano in maniera differente. Il girone di andata sarà determinante per mostrare di che pasta siamo fatti e dove vogliamo arrivare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buffon: “Parma mi scalda il cuore, Maresca predestinato”

ParmaToday è in caricamento