rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Calcio

Iachini al Vigorito pensa a Simy e Pandev dal 1'

Il Parma non può sbagliare. Per mantenere vive le speranze di rimonta serve un'impresa. E vincere aiuterebbe il gruppo a svoltare mentalmente

Vada come vada, ma Benevento sarà una tappa fondamentale per il cammino di questo Parma che si è rifatto il look approfittando di una finestra di mercato in cui sono arrivati - tra gli altri - Simy e Pandev. Forze fresche per la rimonta. Il nigeriano porta in dote 40 gol segnati negli ultimi due anni, il macedone classe e tecnica, mista a visione di gioco e sapienza tattica. Nella testa di Iachini è l’uomo in più, assieme a Vazquez, per far saltare il banco. Se Franco è il calciatore che più di tutti determina il modulo, Goran è il tassello mancante per lasciare una traccia sensibile negli ultimi venti metri. Non più freschissimo ma integro, il macedone ha voluto Parma rifiutando squadre di Serie A che gli hanno fatto la corte (su di lui Salernitana e Spezia) per cercare di lasciare eventualmente il calcio a fine campionato portando a compimento un’altra impresa. Iachini gli ha già detto di essere al centro del progetto e a Collecchio ha innalzato di parecchio il livello tecnico. Con lui e Simy primi attori, comincia un’altra recita per il Parma e questa volta la sceneggiatura - si può dire a scanso di equivoci - l’ha scritta proprio Beppe, che ha convinto la proprietà a virare la rotta sul mercato con un sensibile ritocco dei programmi. Niente più giovani, o meglio: non solo più giovani sconosciuti che hanno potenziale. Bisogna crescerli i giovani, con gli esempi giusti: e gli esempi si chiamano Pandev, Simy, Buffon.

Tutti e tre, assieme a Danilo, Schiattarella, Vazquez e gente come Inglese e Tutino (più indietro nelle gerarchie) devono trainare il gruppo, alla svelta. Per risalire una classifica che piange ma che ha ancora tutto il tempo per essere corretta. A partire da domani, quando Beppe se la va a giocare al Vigorito con qualche defezione. Non ci saranno Inglese e Brunetta, rimasti a curarsi a Parma. L’argentino dovrebbe essere pronto nel giro di una settimana: Benedyczak è in dubbio a causa della botta rimediata contro il Crotone, mentre Costa - che si è fermato per via precauzionale mercoledì in allenamento - potrebbe essere della partita. Coulibaly e Oosterwolde, per il quale Iachini ha avuto parole al miele in conferenza, sono pronti. Osorio, appena arrivato dalla trasferta lunga in Venezuela, potrebbe andare in panchina. L’assetto difensivo è confermato con Delprato, Danilo e Cobbaut, mentre davanti tutto dipenderà da come si sentono quei due: Simy e Pandev, in loro sono riposte le speranze per agganciare il treno delle grandi. E poi giocarsela in primavera: a patto che a Benevento si inverta la rotta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iachini al Vigorito pensa a Simy e Pandev dal 1'

ParmaToday è in caricamento