rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Calcio

Parma-Modena 1-2 LE PAGELLE | Benek entra bene in partita, Inglese spento

Il polacco si guadagna il rigore trasformato da Vazquez, l'attaccante ha pochi palloni per mettersi in mostra

Ecco le pagelle di Parma-Modena 1-2

Corvi 6 - Sui gol non può niente. Sul secondo ci prova ma il tiro di Bonfanti colpisce benissimo il pallone e lo fredda. Per il resto non un pomeriggio intenso. 

Delprato 5,5 - Accompagna poco davanti, il Modena blocca la catena e per lui diventa complicato trovare spazi. In difesa ha fatto meglio altre volte. 

Valenti 5,5 - Disordinato, scavalcato dal pallone al bacio di Tremolada che pesca Bonfanti. L'attaccante è bravo a infilarsi tra lui e Oosterwolde. Si pensava che la sua tempra e la sua voglia di combattere lo avessero esaltato in un derby. 

Osorio 6 - In occasione del primo gol si trova Falcinelli davanti quando è troppo tardi. Forse confidava nella marcatura di Inglese, che a un certo punto lo lascia scappare. Per il resto non ha un gran da fare. 

Oosterwolde 5,5 - Troppo più avanti di Bonfanti quando Tremolada lo pesca in area di rigore. Accompagna di più l'azione rispetto a Delprato, ma non trova neanche lui la chiave per far saltare il banco. Pochi cross, poca pulizia.

Vazquez 6 - Comincia da mediano, siperde nella marcatura a uomo di Tremolada. Più libero, paradossalmente, quando avanza nella posizione di regista. Protegge palla, si prende qualche calcione come al solito e si sblocca su rigore. Alla presenza numero 50 con la maglia del Parma. 

Estevez 5 - Stavolta si perde anche lui nel traffico di un reparto intasato di avversari. Più libero di impostare rispetto a Vazquez, anche se non è il suo. Riconquista meno palloni del solito utili per ripartire. 

60' Benedyczak 6,5 - Si guadagna il rigore dell'1-2. Nasconde la palla a Bonfanti che lo falcia. Ha sui piedi la palla del possibile 2-2 ma la confeziona male buttandola in mezzo e ignorando l'accorrente Tutino che arrivava a rimorchio. 

Sohm 5 - Troppo morbido su Renzetti che porta palla per venti metri e trova tra le linee Tremolada. Sembra tornato indietro dopo la prova convincente con il Cittadella. Pecchia lo lascia negli spogliatoi.

46' Camara 6,5 - Entra nel secondo tempo con il dovere di dare imprevedibilità e agilità alla manovra un po' statica del primo tempo. Ci riesce solo in parte: comincia esterno, chiude davanti alla difesa e con un radente prova a sorprendere Gagno due volte. Non ci riesce per pochissimo, ma è entrato bene in gara. 

Bernabé 5 - Un tempo sulla trequarti, segnato da qualche incursione e da un paio di colpi presi giusto per ricordargli il clima partita. Poi passa a fare il mediano davanti alla difesa, dove ha più tempo per pensare. Scalda i guanti di Gagno, forse al rientro da un infortunio non gli si poteva chiedere di più. 

80' Bonny 6 - Entra con voglia e apparecchia per il destro di Camara a fine gara. Sventato da Gagno. Per il resto 10' in cui fa cose buone e cose meno buone

Man 5 - Come spesso gli succede, si sgonfia nelle occasioni più importanti. Corre, lavora abbastanza palloni per poter incidere ma, tranne che in un paio di occasioni, non lo fa e si lascia alle spalle un sacco di rimpianti di quello che sarebbe potuto essere e non è stato. 

80' Tutino sv - Il tempo di giocare una palla buona per Benek e di reclamare il passaggio di ritorno mentre arrivava a rimorchio. Basta. 

Inglese 5 -  Partita grigia per l'attaccante: sotto porta ha pochi rifornimenti 'puliti' e un paio di volte lotta per prendere palla e posizione senza fare male. In occasione del primo gol è prima sfortunato quando la tocca con la mano determinando il calcio di punizione, poi distratto quando si fa sfuggire Falcinelli. 

68' Mihaila 5,5 - Come Man, con l'attenuante del rientro dopo due mesi. Ha voglia di dedicerla da solo: è qui che deve crescere, perché i mezzi tecnici non si discutono. 

Pecchia 5  - Tesser lo incarta: Vazquez e Bernabé sono braccati da Tremolada e Gerli, gli esterni non trovano la combinazione giusta per creare superiorità numerica e gli attaccanti sono isolati. In preda al loro destino, senza accompagno, possono fare poco tra le maglie strette del Modena che fa pochissimo per meritare la partita. Forse anche lui si aspettava un altro Parma, eppure aveva detto in conferenza stampa di partire forte. Le sue parole si sono perse nella festa degli avversari a fine partita. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma-Modena 1-2 LE PAGELLE | Benek entra bene in partita, Inglese spento

ParmaToday è in caricamento