menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calciomercato, agente di Borriello smentisce tutto: "Invenzioni pure"

Tiberio Cavalleri, che gestisce l'attaccante giallorosso, allontana l'ipotesi dell'arrivo di Borriello nel mercato di gennaio: "Non abbiamo mai parlato con nessuno dei dirigenti crociati"

Va bene sognare di questi tempi, va bene sperare che Babbo Natale faccia il giro dei camini e consegni doni a tutti, va bene confidare nelle sorprese o nei botti di fine anno, ma senza illudersi più di tanto. Il morale a Parma, sportivamente parlando, non è certo dei migliori. Il pareggio con il Catania sa di beffa, e che beffa, vedersi scivolare via una vittoria a cinque minuti dal termine deve fare davvero male. C'è da riflettere, c'è da contemplare e limare difetti più volte mostrati nelle ultime partite. Bisogna eliminare i cali di tensione e smettere di giocare intorno al 50esimo. Colomba avrà detto ai suoi che le partite durano novanta minuti, la concentrazione deve essere tarata per una gara intera non per metà tempo.

BORRIELLO? NON SCHERZIAMO - Non va bene l'atteggiamento visto l'altra sera contro i ragazzi di Montella, apparsi più determinati nell'agguantare un pareggio insperato, visto come si era messa la partita, visto la prestazione offerta nel primo tempi da Giovinco e compagni. Difficile immaginare un finale che, francamente, non faceva nemmeno tanto gola agli scommettitori più accaniti. Dopo la batosta, i tifosi continuano nell'atteggiamento mostrato dopo un altro pareggio, quelo con il Lecce che aveva il sapore di una mezza vittoria per come è stato agguantato. Anche qui, ci sarebbe da dire dell'atteggiamento rinunciatario mostrato dai gialloblu per quaranta minuti della ripresa, permettendo a Cosmi e ai suoi di andare addirittura sul 1 a 3.

"I fischi sono servono per spronare i giocatori - spiegano alcuni rappresentati della Nord -, vogliamo una squadra convinta". In attesa di questo, qualcuno si è divertito a far circolare un nome di primissimo piano in chiave mercato, sperando nel buon senso o nella generosità, fate voi, del presidente che non ha gradito certe esternazioni, soprattutto il dopo-Lecce. In questo gioco di smentite e accordi segreti, che si chiama mercato, nell'ambiente gialloblu è stato fatto il nome di Marco Borriello. Il giocatore palesa un malcontento che va avanti dalla nuova gestione, Luis Enrique non lo vede nei suoi schemi e il calciatore di fatto, ha assaggiato il campo più niente che poco.

Ultimamente è stato accostato a molte squadre, Genoa e Juventus, con il pressing bianconero che si sarebbe intensificato nelle ultime ore. si è fatto anche il nome di Leonardi, che starebbe pensando ad un'ipotesi di prestito per gennaio. Ma chi si immagina un'operazione stile-Amauri, si sbaglia di grosso. Più volte l'a.d. crociato ha evidenziato che, se mercato deve essere, lo sarà in uscita. Difficile credergli, ma Tiberio Cavalleri , agente del calciatore, allontana l'affascinante quanto improbabile ipotesi di vedere orriello in gialloblu. "Al Parma? Non abbiamo mai parlato con nessuno dei dirigenti crociati, siamo completamente fuoristrada e al limite dell'inverosimile. Ciò che si dice a riguardo è pura invenzione". Il giocatore, ambito da piazze grandi, lo cerca il Marsiglia, prossima avversaria dell'Inter in Champions, non disdegnerebbe di giocare con una certa continuità nell'anno degli Europei, ma Cavalleri giura che è solo fantacalcio, nulla di più. Va bene sognare, ma di questi tempi è meglio non illudersi.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento