menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma 1913 | Guazzo (torna dopo la sosta) e Musetti 'rafforzano' la candidatura di Ferretti

L'infortunio del bomber ex Entella (lesione muscolare tra primo e secondo grado), la condizione non affidabilissima del compagno di reparto, portano Apolloni ad accelerare le richieste della società che vorrebbe attendere anche l'ultimo controllo di Longobardi

"Non penso che il Parma ritornerà sul mercato". In sintesi è questo lo slogan che Lorenzo Minotti ha sciorinato a Tuttosport durante un'intervista. Uno slogan che sa un po' di pretattica perché il Parma sta operando in silenzio e sotto traccia per cercare di puntellare la rosa e di riempire il posto lasciato vacante dall'uscita di Vignali. L'obiettivo primario è sempre quello di trovare un esterno che sappia adattarsi a fare entrambe le fasi, sia offensiva che difensiva. Con Ricci che sta tornando a livelli accettabili, con Melandri che pare essersi ritrovato dopo la bella prova contro il Ravenna, nonostante abbia sbagliato l'impossibile sottoporta, Galassi e Minotti devono fare i conti con le richieste di Apolloni che vorrebbe sentirsi più sicuro avendo in rosa un bomber di sicuro affidamento. Evidentemente l'esperimento di Baraye centravanti e la possibile collocazione del Micio nel ruolo di prima punta, non lo hanno soddisfatto in pieno. E, per un certo verso, c'è pure da capire il tecnico che evidentemente non ha digerito i gol sbagliati da Melandri contro un Ravenna già morto e poi ravvivatosi nell'ultimo pezzo di partita.

Perché se è vero che Melandri ha fatto vedere di poter spaccare la partita con i suoi raid offensivi partendo dall'esterno, tal volta riuscendo a incidere come ai bei tempi, è vero pure che sottoporta non ha garantito la stessa qualità mostrata sull'esterno. Il Micio non si risparmia mai, per questo è apprezzatissimo dallo staff, che sa pure che in quella posizione non può essere una garanzia nonostante ci abbia giocato per anni. Il report medico, seppure con qualche segreto sui tempi di recupero di Guazzo, è arrivato. Una lesione muscolare tra il primo e il secondo grado, con la società che sta attendendo di capire in maniera esatta quali saranno i tempi per il recupero dell'attaccante. Guazzo con ogni probabilità tornerà il 6 gennaio. Con Longobardi chiamato alla visita decisiva per l'11 c'è anche Musetti che convince poco, soprattutto per la tenuta fisica che non è sempre ottima. Continui stop muscolari e noie di altro genere che costringono l'attaccante a non giocare con una certa continuità. Cosa che penalizza pura Apolloni, innamorato di attaccanti dal fisico prestante che possano difendere il pallone e favorire gli inserimenti laterali e del tre quartista, che ora ha un'identità precisa e un nome e cognome: Ciccio Corapi, assieme a Giorgino, il giocatore più indispensabile per il Parma di adesso. Che si sta guardando sempre intorno sul fronte offensivo, malgrado le parole di Minotti. Nelle ultime ore starebbe salendo la quotazione di Gustavo Ferretti, ora all'Imolese ma con la valigia pronta. Il 26 dicembre si sposerà in Argentina, prima però lo aspettano due partite, poi volerà in Sud America non prima di aver detto alla dirigenza che El Rulo è pronto a salutare in caso di offerta. Il Parma ci sta pensando da un po', potrebbe essere lui l'attaccante, la classica occasione di mercato che aspettano sia Minotti che Apolloni.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Cgil: assemblea per far ottenere i rimborsi ai rider

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento