menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pasquale Mazzocchi, esterno del Rimini che piace al Parma - foto icarosport.it

Pasquale Mazzocchi, esterno del Rimini che piace al Parma - foto icarosport.it

Parma 1913 | Martedì attesa la firma di Mazzocchi, ma non è l'unico obiettivo: il punto sul mercato

La società è vigile e operativa, i crociati potranno contare sul nuovo innesto già a partire da martedì. Qualora dovesse saltare, pronte due alternative. Intanto sul portiere, la dirigenza preferirebbe puntare su un giovane, in attesa di Ciotti...

Dal nostro inviato

PARMA - Dopo la vittoria contro il Villafranca, che ha permesso al Parma di salire a quota 53 in classifica, la squadra di Apolloni si gode il lunedì di riposo per ricaricare le batterie e cercare di smaltire qualche tossina di troppo, anche a livello mentale, accumulata. Musetti, per un'espulsione ingiusta e inspiegabile, è ancora una furia. Oltre al danno, anche la beffa, dato che il giudice sportivo, per la reazione gli decreterà minimo una giornata di squalifica, con la società che in caso di più giornate, sarà pronta a fare ricorso. E pensare che dopo aver smaltito l'infortunio, l'attaccante non vedeva l'ora di rientrare, anche perché il Parma ha bisogno ora come ora, di avere una punta o comunque un giocatore in più su cui contare. La coperta, soprattutto in avanti, è diventata corta e seppure il vantaggio è ampio, ma non rassicurante, e la squadra si è dimostrata all'altezza della situazione, Apolloni e lo staff tecnico non vogliono cali, perché le sorprese nel calcio, sono sempre dietro l'angolo. Non è nemmeno questione di essere scaramantici, o di fare buon viso a cattivo gioco, è questione di non farsi trovare impreparati in caso di situazioni difficili da gestire.

L'infortunio di Lauria ha preoccupato non poco l'area tecnica che, subito dopo lo stop con tanto di ecografia che ne testimoniava la gravità, è corsa ai ripari. Tra l'altro, l'entità dello stop del giocatore non è nemmeno tanto chiara, dato che nella prima ecografia, a causa del versamento, non si è evidenziato tutto il problema al polpaccio. Per questo il fantasista dovrà sottoporsi lastra supplementare per capire bene i tempi di recupero, oltre che l'entita dello stop. Con Lauria fuori dai giochi, Musetti squalificato, Longobardi e Guazzo (sulla via del recupero) in ripresa ma non arruolabili, con Sowe e Traykov messi ko da infortuni molto seri, il Parma viene di fatto a trovarsi con pochissimi giocatori d'attacco. Se a questi aggiungiamo il problema riscontrato da Saporetti a Villafranca e quello di Benassi, Apolloni deve fare a meno di otto giocatori, sei di cui davanti. Ecco spiegato l'intervento della società sul mercato. Si cercava senza insistenza un esterno d'attacco, tra i professionisti. Ebbene, il nome circolato nelle ultime ore, evidenziato maggiormente sull'agendina di Galassi e Minotti è quello di Pasquale Mazzocchi. L'esterno classe '95 è in forza al Rimini e dovrebbe approdare martedì a Parma. Sarebbe questo il giorno designato per la firma, che se dovesse saltare, non coglierebbe impreparato il club, che ha già apparecchiato con altre due squadre di Lega Pro qualche contatto.

Una di queste potrebbe essere il Cesena che milita però in B. I nomi dei candidati si preferisce tenerli incellophanati, si tratta più che altro di piani 'segreti' elaborati in questi giorni fitti di colloqui tra le dirigenze, in caso dovesse saltare Mazzocchi. Che resta il numero uno nella lista. Esterno d'attacco Under, piace per come tratta il pallone e per facilità di corsa e adattamento a più ruoli. Disponibile sia a giocare in un 4-4-2 che in un 4-3-3, essendo un esterno puro, dotato di una tecnica discreta. Una via di mezzo tra Ricci e Sereni, il numero 11 del futuro crociato, avrebbe sciolto le riserve e sarebbe disposto ad accettare la destinazione, pur se scende di una categoria. Vorrebbe la garanzia di giocare un certo numero di partite, non proprio 17 (quelle che restano), ma più della metà. Il Parma è comunque alle strette, con la trattativa che dovrebbe concludersi martedì.

Sono mesi decisivi, gennaio e febbraio. Alla fine di questi due mesi, dove il Parma potrà trarre un bilancio quasi definitivo, la squadra accelererà di fatto per arrivare a superare l'ultimo ostacolo. La vittoria del campionato passa da questo periodo e guai a farsi trovare impreparati, anche sul mercato, dove sarà sicura solo un'entrata. Il resto si vedrà e dipenderà molto dalle condizioni degli infortunati e dai tempi di recupero dei lungodegenti. Per quanto riguarda il portiere, con Panciroli e Ndreu (entrambi delle giovanili), il Parma dovrebbe essere coperto. In attesa di definire la situazione di Ciotti, attualmente all'Olbia, che aspetta di essere valutato dal nuovo allenatore, dato che quello che lo aveva visto è saltato domenica. Alla ripresa, martedì, Ciotti avrà la risposta, ma ciò che è sicuro è che a Collecchio, difficilmente tornerà: doti tecniche a parte, il ragazzo non ha convinto in atteggiamento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Il Parma perde, condannato da Cerri: Serie B a un passo

  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento