rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
LE MANOVRE CROCIATE

Mercato, il Parma è a posto così

Non sono previsti rinforzi per il mese di gennaio: in uscita Zagaritis. Anche Begic tra gli scontenti. Il direttore sportivo Mauro Pederzoli e il suo braccio destro Massimiliano Notari arrivano a scadenza di contratto

Prende il via ufficialmente oggi il calciomercato invernale e ogni squadra, per rinforzarsi, avrà tempo fino alle 20 del 31 gennaio. Il Parma, questa volta, non sarà in prima fila anche se durante questo periodo non si può mai dire mai. Il mese è lungo, diverse cose possono cambiare in fretta ma in questo momento il Club sembra intenzionato a non operare. Fondamentalmente per una ragione: il Managing Director Sport, Roel Vaeyens, ritiene la rosa all'altezza della situazione per gli obiettivi che il Parma deve raggiungere. Di comune accordo con l'area tecnica si è deciso di toccare meno cose possibile all'interno di ingranaggi che funzionano alla perfezione. "Non faremo tanto a gennaio, le prestazioni sono buone anche se sappiamo che dobbiamo migliorare.  In questo momento ci sono alcuni giocatori tipo Camara, Valenti, Partipilo che stanno crescendo di condizione e presto torneranno in campo. Noi li aspettiamo. Il nostro livello è già alto". Aveva detto così, il manager belga durante un'intervista a ParmaToday.it, preannunciando che i movimenti sarebbero stati minimi a gennaio.

Fabio Pecchia, che in estate aveva chiesto invano un centrocampista centrale che potesse sostituire Estevez nei rari casi di forfait dell'argentino, avrà comunque due rinforzi. Uno di questi, Wylan Cyprien, è difatti un giocatore nuovo che il Parma si sta godendo da diverse settimane. L'altro sarà il difensore argentino Lautaro Valenti di ritorno da un grave infortunio e che può rivelarsi una pedina importante, essendo capace di interpretare un ruolo doppio: centrale nel pacchetto arretrato o terzino sinistro. Il suo ritorno libererà verosimilmente Vasileios Zagaritis, in uscita dal Parma. Potrebbe però non essere l'unico addio: tra gli scontenti in rosa c'è anche Tjas Begic per cui sono arrivate manifestazioni di interesse da club di Serie B: Ascoli e Spezia su tutti. Valentin Mihaila ha finito l'anno in crescendo ma potrebbe voler giocare con più continuità. Al momento nessuno gliela garantisce e, per non correre il rischio di perdere il posto con la Romania in vista dell'Europeo, potrebbe valutare di lasciare il Parma. Il Club non ha esigenze di fare cassa e ha ribadito in più occasioni di non aver alcuna intenzione di cedere i suoi gioielli, che intanto brillano in vetrina rapendo gli occhi di diverse squadre europee di prima fascia. Per ora solo manifestazioni di interesse ma nessuna offerta concreta per Bernabé e compagni. 

L'area scouting del Parma è comunque al lavoro per monitorare la situazione. Quello che trapela da Collecchio è che non c'è urgenza di intervenire a gennaio a meno di clamorose occasioni che potranno garantire copertura anche per l'anno prossimo. In questo senso si lavora ai rinnovi di Adrian Benedyczak e Simon Sohm. In caso di Serie A, entrambi dovrebbero prolungare il contratto con il Parma. Sono cominciate le negoziazioni per blindare il polacco e lo svizzero. Ancora tutto tace per quanto riguarda diversi esponenti dell'area sportiva: il direttore Mauro Pederzoli e il suo braccio destro, Massimiliano Notari arrivano a questo punto della stagione con il contratto che scade tra sei mesi. Il 30 giugno 2024 il loro rapporto con il club di Krause cesserà a meno di un rinnovo di cui, a oggi, non si è parlato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato, il Parma è a posto così

ParmaToday è in caricamento