menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

⁠⁠⁠Parma, idea Piccolo per l’attacco

Chieste informazioni allo Spezia per il giocatore che D’Aversa utilizzerebbe come attaccante esterno nel 4-3-3

Il Parma non si ferma certo a Matteo Scozzarella: “Faremo 4, 5 interventi” ha detto Daniele Faggiano in conferenza stampa durante la presentazione del metronomo crociato che prenderà sicuramente le chiavi del centrocampo. E tra questi 4, 5, movimenti potrebbe esserci anche quello relativo ad Antonio Piccolo dello Spezia. Sistemato il centrocampo, con l’arrivo di un giocatore di livello che darà sicuramente di più al reparto, garantendo almeno sulla carta il salto di qualità, Daniele Faggiano si sta preparando per completare la mediana. Gianni Munari resta il primo obiettivo, ma il giocatore ha richieste da mezza Serie B e c’è il Venezia che preme particolarmente per strappare il centrocampista al Parma. L’accordo non c’è ancora, il ragazzo pretenderebbe lo stesso ingaggio che percepisce a Cagliari, da dove si sta svincolando. La trattativa resta di difficile risoluzione, perché il Parma non vuole cedere alle richieste del giocatore e del suo agente, Giampiero Pocetta, che martedì si trovava a Venezia. La squadra di Inzaghi sta cercando di inserirsi nella trattativa con prepotenza, anche se il giocatore preferirebbe Parma alla laguna. Se salta Munari, i crociati torneranno su Giorico, nome sempre caldo. Come quello di Antonio Piccolo, il giocatore nuovo sul taccuino di Daniele Faggiano. Di proprietà dello Spezia, con un milione di euro si può concludere l’affare. Il problema è che il Parma non vorrebbe spendere dei soldi per aggiudicarsi il cartellino del giocatore e per questo cerca di percorrere altre vie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, tornano a crescere i casi: 77 contagi e due morti

  • Cronaca

    Covid: a Parma oltre 121 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento