menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto: Davide Fornari

foto: Davide Fornari

Parma, D'Aversa fa l'"aggiustatutto" e pone il veto su Evacuo

Martedi l'incontro decisivo per chiudere una volta per tutte la telenovela

Bene, il più è stato fatto. Adesso il Parma è in carreggiata, ha mangiato dei punti importanti alle avversarie scavalcando squadre forti che erano davanti ai crociati prima che Roberto D’Aversa, l’aggiustatutto, facesse irruzione nel mondo Parma. Ma non deve fermarsi perché il percorso di crescita è appena cominciato, è nella giusta direzione ma sicuramente non è concluso. Su sei partite, il tecnico si è divorato la bellezza di sedici punti sui diciotto disponibili, pareggiando solamente contro il Teramo, in una partita incolore, più o meno come quella di domenica contro il Santarcangelo. Cinque vittorie e un pareggio su sei partite dimostrano come la storia sia cambiata e il vento soffi dalla parte giusta. La sosta ha fatto bene al Parma che, un po’ imbrigliato, ha messo in campo due ingredienti prima di domenica sconosciuti: pazienza e capacità di soffrire. Perché le grandi squadre sanno soffrire parecchio, colpire al momento giusto e poi controllare la partita. Occhio perché per sofferenza si intende la difficoltà nel creare delle azioni pericolose, quella nel verticalizzare e soprattutto nel velocizzare una situazione statica che andava a sfociare sugli esterni con dei gran cross, quasi mai pericolosi. Quando giochi con il doppio centravanti va così, perché la squadra ha dimostrato di supportarlo lasciando però spazio al gioco avvolgente, più lento e prevedibile di quando si gioca con le tre punte. Certo, i centrocampisti hanno retto bene, tanta corsa e quantità, ma gli esterni, nonostante Nunzella abbia finito con la lingua a terra, non hanno quasi mai creato superiorità numerica. E i mille palloni poco precisi per le punte diventavano di facile lettura per i difensori del Santarcangelo che si sono arresi solo a un quarto d’ora dalla fine, quando Evacuo, con la sua zampata, ha deciso la partita riportando il Parma in vetta anche se solo per qualche ora. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Attualità

Scuola Bottego, piano allagato: gli alunni tornano a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento