menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, Gobbi: “Sono un tifoso in più, obiettivo salvezza”

“Quanti ricordi. Lucarelli? Mi fa uno strano effetto”

Massimo Gobbi si ripresenta. Il suo ritorno è stato accolto dai tifosi con un po’ di scetticismo, che pare essere superato però. Grande merito in questa trattativa è di Lucarelli, amico di Gobbi e suo capitano ai tempi. Il primo colpo del club manager è il vice capitano ai tempi del fallimento.  

“Quando sono andato via da Parma, ho detto che la squadra ha perso un giocatore ma ha acquisito un tifoso in più. Per me è un onore essere tornato e rivestire la maglia del Parma, con l’obiettivo di arrivare alla salvezza. Essendo anche un tifoso darò tutto me stesso per poter rimanere in Serie A. Sono strafelice di poter essere qui. E' un periodo duro, però è anche bello, perché è ora che si crea il gruppo, lo spogliatoio. C'è un momento un po' di transizione, però io e i ragazzi lo stiamo vivendo bene, stiamo lavorando al meglio. La stagione è lunga, ci sono momenti di alti e bassi: ovviamente aver vissuto certe situazioni, ti può servire per poterle gestire. Io sono un giocatore d'esperienza: dovrò trasmetterla al gruppo, dando sempre l'esempio ai miei compagni. Lucarelli? La prima cosa che gli ho detto è che doveva presentarsi in maniera diversa, perché ora non è più un giocatore ma un dirigente. A parte gli scherzi, sono stato molto felice di incontrarlo qui: mi ha fatto un effetto molto particolare, speciale. I ricordi che mi legano a questa squadra sono tante, abbiamo disputato bellissime stagioni: anche in quella del fallimento ci sono stati momenti davvero intensi, lì si sono cementati diversi rapporti umani. Sul campo, il ricordo più bello è quello della vittoria sulla Juve: ero anche capitano in quell'occasione, perché Lucarelli non c’era”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento