MERCATO - Il Napoli pensa a Biabiany, ma ci vogliono 10 milioni, Pasquato sostituto

Intanto Donadoni ribadisce di voler restare al Parma. "C'è sintonia con Ghirardi e Leonardi, ho un contratto e ho pianificato già la prossima stagione con una società che considero di assoluto livello"

E il rischio che il Parma si trasformi in una gioielleria si fa sempre più serio. La politica dei dirigenti crociati sta pagando, almeno in questo senso, con i giocatori gialloblù richiesti un giorno sì e l'altro pure. Ben vengano gli acquirenti sì, ma l'oro costa. Eccome se costa. Senza intenzioni di fare sconti, a nessuno, Leonardi e il suo staff sono pronti ad ascoltare ogni richiesta che viene da "fuori" e a leggere ogni mail recapitata sul computer. E nell'era dei tweet e della comunicazione immediata, l'ultimo cinguettio arriva da Napoli, sponda Benitez. Il neo tecnico non è stato ancora presentato in maniera ufficiale, ma le sue richieste sono già arrivate. E in attesa di una scena da film, con copione firmato DeLa, il professore spagnolo porge gentilmente le sue richieste alla società. Oltre ai vari Dzeko e nomi altisonanti, nella testa di Rafa c'è pure un giocatore che lui conosce già. Quel Jonathan Biabiany diventato campione del mondo con la sua Inter. Apprezzatissimo, l'esterno francese, attualmente in vacanza, sarebbe stato contattato, attraverso il suo entourage, dal Napoli. Un contatto servito a sondarare la situazione che gravita intorno a Biabiany che di certo non disdegnerebbe giocare in Champions. In comproprietà tra Parma e Samp, la situazione potrebbe anche essere risolta prima del 21 giugno, giorno deputato alla risoluzione delle comproprietà. I buoni rapporti tra i due club potrebbero accelerare i tempi, con l'ago della bilancia che pende verso un rinnovo della comproprietà e la permanenza in gialloblù. Gli scenari cambierebbero qualora l'interesse del Napoli si facesse più concreto. Leonardi sarebbe pronto a riscattarlo in maniera completa e ascoltare le proposte dei partenopei, partendo da una base non inferiore ai dieci milioni di euro. Così lo valuta il Parma, disposto a trattare solo per certe cifre e senza nemmeno pensare troppo alle contropartite tecniche. Una situazione da tenere sotto controllo, perché Benitez ritiene Biabiany un giocatore importante per sviluppare il suo tipo di gioco. E Il Parma? Si guarda intorno e aspetta, ascolta, guarda. Intanto piazza un colpo a costo zero, quel Diakité che piaceva alla grandi e che ora andrà in ritiro con Donadoni (se resta). Una intuizione di Imborgia che ci ha lavorato assieme a Preiti. Gli stessi che, con l'a.d. Leonardi, stanno cercando di avere informazioni su Pasquato, giocatore che ha vestito la maglia del Bologna in questo campionato, ma a metà tra Juventus e Udinese. Le squadre dovrebbero incontrarsi a breve, così come il suo agente, Davide Torchia, e Leonardi. Incontro fissato a metà settimana, ci sarà da parlare di Galloppa e Musacci e forse anche di Pasquato, come possibile sostituto di Biabiany, qualora il francese partisse per davvero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi invece non dovrebbe partire è Donadoni, che ufficialmente, attraverso il sito del Parma, fa sapere di voler rimanere al suo posto: "Non ho motivo di lasciare una societòà che ritengno di assoluto livello. Ho un contratto con il club e mi trovo bene qui. C'è sintonia tra me, Ghirardi e Leonardi. Ci tengo a ribadire pubblicamente, per rispetto del club, della squadra e dei tifosi, viste le voci che continuano a circolare, di voler rimanere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento