Parma, il regalo del centenario si chiama Mauricio Pinilla

Nonostante il mercato si sia chiuso il 31 gennaio, Leonardi pensa ad accontentare i tifosi per i 100 anni del club: il nome nuovo è la punta del Cagliari, affascinato dai crociati

Mauricio Pinilla

Il mercato è ancora aperto, è sempre aperto. Dopo dodici giorni dalla chiusura "ufficiale" delle trattative, dopo un mese di discorsi serrati, colpi messi a segno e sfumati in extremis, la compravendita dei calciatori rimane tuttavia viva, con gli operatori che cominciano a muoversi per non farsi trovare impreparati. Agiscono d'anticipo e sondano il terreno per vedere dove piantare il seme del colpo, vederlo germogliare e raccoglierlo poi nella finestra di mercato. Finestra dalla quale già si scorgono dei movimenti. Moratti è il più attivo e ha già trovato l'accordo con Icardi. Al Parma questo interessa di striscio, ma fino a un certo punto. L'Inter cercava un vice-Milito e lo aveva individuato, tra i tanti nomi, in Pinilla, che pure è stato suo. Ora che sembra avere messo le mani su Icardi, il cileno è libero, libero di essere trattato e valutato, sondato. E visti i suoi ultimi mesi al Cagliari, dove ha collezionato solo 765 minuti, due gol, 3 panchine e solo 7 presenze da titolare, più un problema muscolare che lo ha tenuto lontano dagli standard di Palermo, con il contratto in scadenza il prossimo anno e Pulga che lo vede poco, potrebbe anche decidere di partire. L'Atalanta lo aveva inseguito ma il Parma lo avrebbe individuato come possibile colpo per il centenario. Un colpo decisamente importante (e gradito), sia per la tifoseria, che è innamorata del cileno, sia per i vertici che potrebbero avere delle difficoltà a trattenere Belfodil e a fidarsi ancora di Amauri con un anno in più e con le sirene del calcio tedesco che suoneranno per lui, sia dal pinto di vista tecnico-tattico. Il cileno è valutato intorno ai tre milioni di euro e percepisce uno stipendio netto che si aggira intorno al milione poco più. Tutte cifre che il Parma sarebbe disposto a sborsare, ed incassare anche grazie a una (o forse più di una) cessione illustre. Pinilla piace al Parma e il Parma piace a Pinilla che per adesso aspetta una mossa concreta, in attesa che il sondaggio che Leonardi avrebbe fatto per il cileno, si trasformi in un tentativo concreto per assicurarselo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento