Parma, D'Aversa e Faggiano verso la riconferma: atteso l'incontro con la proprietà

La salvezza avrebbe garantito la loro permanenza

Daniele Faggiano, Pietro Pizzarotti, Luca Carra, Giacomo Malmesi- foto parmacalcio1913

Il traguardo della salvezza tagliato con una giornata di anticipo ha messo il Parma nelle condizioni di poter programmare per tempo la prossima stagione. Che dovrà essere probabilmente di assestamento. I progetti della proprietà non dovrebbero essere tanto distanti da quelli della stagione che sta chiudendosi con gloria. L’obiettivo, seppure con qualche ansia, è stato raggiunto. E da questo si dovrebbe ripartire. Per poi provare, dove possibile, a migliorare.

Il raggiungimento del traguardo basterebbe per spingere il presidente Pietro Pizzarotti a confermare, con l’avvallo dei sette soci, sia direttore sportivo che allenatore. Daniele Faggiano e Roberto D’Aversa si sono guadagnati sul campo la riconferma, per entrambi sarebbe previsto il rinnovo del contratto dato che la scadenza naturale dello stesso è fissata per giugno 2020. La società, come avevamo scritto, non vorrebbe andare a cominciare la stagione con un allenatore in scadenza, per non correre il rischio che venga ‘delegittimato’ nel rapporto con lo spogliatoio. Sarebbe anche un modo per responsabilizzare i calciatori. A proposito di calciatori: molti degli eroi che hanno contribuito sensibilmente a raggiungere il traguardo potrebbero lasciare. Tutto verrà deciso in un colloquio fissato a fine campionato. Probabile che ci si incontri prima di andare a Roma, ma c'è la possibilità che l’appuntamento possa slittare. Solo dopo aver ragionato sul da farsi si potrà decidere verso che direzione andare. D’Aversa dopo la gara con la Fiorentina ha sostenuto in maniera convinta che il suo obiettivo è quello di andare avanti, migliorarsi, e migliorare la situazione. “Parleremo e chiariremo alcune situazioni da migliorare, vero che ogni anno siamo stati bravi e fortunati a vincere il campionato e cambiare sempre qualcosa, ma bisogna sempre lavorare per migliorarsi, ma è un discorso che faremo più avanti”. E questo è anche il volere della società. Da qui si ripartirà per discutere insieme. Per il bene del Parma.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate per cambiare contratti luce e gas: Federconsumatori mette in guardia gli utenti

  • Paura a Mamiano, auto finisce nel canale e si schianta contro un muretto: gravissimo bimbo di 9 anni

  • Bomba d'acqua a Parma: allagamenti e disagi alla circolazione stradale

  • Incidente in tangenziale, è giallo: bici accartocciata e tracce di sangue ma il ferito non si trova

  • Assicuratore-pusher 37enne gestiva un traffico di marijuana e hashish in Università: quattro arresti

  • Gioca 5 euro e vince 66 milioni di euro: maxi vincita al Superenalotto a Basilicagoiano

Torna su
ParmaToday è in caricamento