rotate-mobile
LE MANOVRE DEL PARMA

Il sogno di Iachini è Mancuso: ma quanti ostacoli

L'attaccante dell'Empoli e i suoi gol per risalire la china e puntare alla promozione. Per media gol meglio lui che tutti gli attaccanti del Parma. Trattativa difficile. L'Empoli lo libera solo con una cessione a titolo definitivo. Costa a disposizione di Iachini per la gara con il Crotone

All-in su Leonardo Mancuso. Al Parma servono i gol per risalire la classifica in breve tempo e Beppe Iachini avrebbe individuato nell’attaccante dell’Empoli l’uomo per tentare l’assalto alle prime della classe. A partire dalla sfida contro il Crotone, covid permettendo, per la quale sarà a disposizione anche il nuovo arrivato Filippo Costa. L’ufficialità che il club ha annunciato ieri in serata con un comunicato ufficiale ha regalato al tecnico crociato un altro tassello importante per il suo 3-5-2 che adesso manca di un centravanti da gol. L’impossibilità di arrivare a Diego Farias, che avrebbe accettato l'idea di riabbracciare Iachini, per lui è un secondo padre, ha fatto virare la società di Krause su un’altra pista: un attaccante come Mancuso che conosce la Serie B e che nel giro di tre stagioni ha messo a segno più di 60 gol, significa mettere a disposizione del tecnico un calciatore risolutivo, per il quale è prevista un’accelerata a cavallo tra la fine di questa e l’inizio della prossima settimana. Il filo per lo si sta tessendo da tempo, ma la trattativa non è semplice.

Per diversi motivi. Il primo: l’Empoli non è disposto ad accettare eventuali richieste di prestito, potrebbe sedersi al tavolo con un obbligo di riscatto facilmente raggiungibile ma i toscani preferirebbero cedere a titolo definitivo il calciatore, finito ai margini del progetto tecnico ma capace di realizzare comunque un gol ogni 152 minuti. Più di tutti gli attaccanti del Parma. Meglio di Benedyczak (un gol ogni 153’), di Inglese (un gol ogni 283’) che pure ha avuto i suoi problemi legati soprattutto al recupero dall’infortunio, Man (un gol ogni 318’), Mihaila (un gol ogni 376’), e Tutino (un gol ogni 473’), l’attaccante del Parma che vive le maggiori difficoltà del reparto avanzato che con Iachini sta lavorando sodo per risalire le gerarchie.

Il costo del cartellino di Mancuso per l’Empoli equivale a 5 milioni di euro. Un po’ troppi anche per una società che possiede la maggiore liquidità dell’intero torneo e di tantissime altre squadre di Serie A, indebitate fino al collo. Il Parma potrebbe spingersi a offrirne tre di milioni, Krause anche per questa finestra avrebbe messo da parte un gruzzolo di denaro contante consistente per ovviare alle mancanze di una rosa che - per oggi - non si è dimostrata all’altezza del compito assegnatole dalla società. L'unico obiettivo del presidente è quello di tornare in Serie A. L’altro problema - che in realtà sarebbe facilmente aggirabile - è quello di dover soddisfare Mancuso dal punto di vista economico. L’attaccante ha un contratto con l’Empoli fino al 2023, vorrebbe mantenere lo stesso ingaggio (superiore al milione di euro). Una situazione da affrontare di petto e in maniera rapida. Per scalzare le concorrenti: dietro Mancuso c’è la fila. E c’è anche il Parma. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sogno di Iachini è Mancuso: ma quanti ostacoli

ParmaToday è in caricamento