CALCIOMERCATO - Parma, in arrivo Sestu, con occhi puntati su Ardemagni e Marrone

L'esterno destro del Siena, retrocesso, dovrebbe essere il primo rinforzo che Leonardi regalerà a Donadoni. Sarebbe pronto un biennale, mancano solo i dettagli da limare nella prossima settimana

Alessio Sestu con la maglia del Siena, foto dal web

Il Parma lavora per il decimo posto, con lo sguardo attento al mercato. La trasferta di Palermo sarà l'ultima apparizione per questa stagione, dopo di che il "rompete le righe" e le vacanze che faranno da contorno a una pausa che servirà per ricaricare le pile, quest'anno troppo spesso scariche. E per fare le giuste valutazioni. È giunto il momento dei bilanci e delle intese, dei progetti e della costruzione di una squadra che possa condurre la stagione del centenario con il piede puntato sull'acceleratore. Tra incognite, Paletta su tutti, conferme e rinnovi, il Parma cerca di non smantellarsi e mantenere certi equilibri nel segno della continuità, dato dal, rinnovo del contratto dei Morrone e compagnia, con l'intento di puntare sulla forza del gruppo e sulle regole dello spogliatoio. Regole che dovrà condividere inevitabilmente Alessio Sestu, prossimo a vestire la maglia gialloblù. L'esterno del Siena arriverebbe a Parma a parametro zero, essendo in scadenza di contratto senza intenzione di rinnovare con la società toscana, prossima a disputare il campionato in cadetteria. E sarebbe pronto addirittura un contratto biennale, che aspetta solo di essere firmato, com Sestu che dovrebbe essere il primo rinforzo per Donadoni. Il giocatore piace per la sua duttilità, nasce esterno offensivo ma si adegua anche nel ruolo di terzino della difesa a quattro. Destro naturale, è a sinistra che da il meglio. Dotato di ottima corsa e discreto piede, ama accentrarsi e calciare di destro, e il gol contro l'Inter ne è emblema. Ma l'esterno non sarebbe l'unico giocatore seguito. Sull'agenda di Leonardi ci sono anche Ardemagni e Marrone, con lo juventino seguito anche a gennaio. Conte lo stima ma il giovane ha bisogno di giocare e Parma potrebbe essere la soluzione giusta come lo è stato nel caso di Giovinco. Bianchi resta osservato speciale, e a centrocampo si pensa a Donadel del Napoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento