menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sebastian Giovinco - foto Tm News Infophoto

Sebastian Giovinco - foto Tm News Infophoto

Gervinho al Benevento? Il Parma ha il sostituto: riprende quota l'ipotesi Giovinco

La società ha la possibilità di abbassare i costi attraverso il Decreto Crescita che prevede sgravi fiscali per le aziende che assumono personale residente all'estero

Gervinho ‘libera’ … Giovinco. Il Parma studia le mosse per l’ipotetico ritorno della Formica Atomica nel Ducato, legato inevitabilmente all’uscita dell’ivoriano ricercato in Brasile e dal Benevento. Il presidente Vigorito sta preparando il ritorno in Serie A del club in bello stile. E fa progetti in grande. Nomi altisonanti che dovrebbero dare a Filippo Inzaghi la garanzia di potersela giocare anche l’anno prossimo a certi livelli. Tra i nomi sondati – e non solo – dal ds Foggia c’è anche quello di Gervinho che, assieme a Roberto Inglese, potrebbe trasferirsi da Parma a Benevento facendo il percorso inverso di Fabio Ceravolo. Secondo indiscrezioni l’ivoriano avrebbe aperto all’idea di un trasferimento, in nome di un triennale da 1,7 milioni di euro. Il Parma, che non ha intenzione di svendere il suo asso, avrebbe chiesto cinque milioni di euro per lasciar partire il suo giocatore, ancora nel cuore dei tifosi nonostante qualche marachella.

Le parti dovranno inevitabilmente tornare a discutere a breve. Intanto Daniele Faggiano avrebbe individuato – e da tempo – il sostituto. Si tratta di una vecchia conoscenza del club crociato, quanto mai apprezzata a Parma. Sebastian Giovinco avrebbe accettato di fare ritorno nel club in cui si è affermato prima di fare ritorno alla Juventus, sfruttando il Decreto crescita che  prevede degli sgravi fiscali per aziende che assumono personale residente all’estero (sia italiani sia stranieri). Gli assunti devono impegnarsi a restare in Italia per almeno 24 mesi. In questo modo la tassazione è calcolata solo sul 30% dello stipendio percepito e non sul 100% (in pratica, ogni 100 euro di stipendio, 70 euro sono esentasse). Si applica anche per i calciatori (e gli allenatori) che negli ultimi due anni hanno giocato (o allenato) in un campionato straniero. Ecco la chiave per arrivare a Giovinco: ma solo se esce Gervinho.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

Attualità

Blok 30, il nuovo centro polifunzionale di Parma

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento