menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calciomercato, il Parma mette le ali con Valdes e Biabiany

Presentati al Tardini insieme a Santacroce, i nuovi acquisti parlano della nuova stagione: "Puntiamo al riscatto, Parma è la piazza giusta". Leonardi: "Siamo attenti sul mercato"

biabiany-santacroce-valdesIl punto di ritorno. Il Tardini rappresenta un nuovo inizio un po' per tutti, vedi Amauri, lo stesso è per i tre nuovi volti che il Parma ha presentato nel pomeriggio. Biabiany infatti ha già vestito gialloblu due stagioni fa, conosce bene l'ambiente, si mostra disinvolto da subito. Più timido Valdes, con il cileno che riassapora l'Italia dopo l'esperienza portoghese. Santacroce ritorna, si spera, a calcare il campo da gioco che, nelle ultime due stagioni, ha visto solo da lontano. A causa di infortuni ha collezionato solo 15 presenze in due anni.

BENTORNATO BIABIANY - Sorridente, l'esterno francese si è lasciato alle spalle la stagione appena trascorsa tra Inter e Samp."Per me ritornare qua è molto bello, mi fa piacere giocare in una piazza in cui mi sono trovato molto bene. Per la mia carriera è stata la scelta migliore. Ho un grande rapporto con la società e i tifosi. Quando il mio procuratore mi ha parlato di questa possibilità ho detto subito di si, non vedevo l’ora di tornare. Ovviamente sono cresciuto rispetto alla prima esperienza, è diverso ritornare dopo aver giocato nell’Inter, ma resto umile e mi metto a disposizione del mister.  Non ho parlato ancora con il mister, ma non c'è problema per il ruolo. O seconda punta o laterale non cambia nulla, voglio cominciare subito.

santacroceNUOVO INIZIO - Discorso diverso invece per il difensore ex Napoli. Nel giro della Nazionale, ora Santacroce non ci pensa affatto, per lui conta solo tornare a giocare con continuità. "Per me venire qua è un nuovo inizio. Ho avuto due anni problematici a causa delle ginocchia, ora sto bene di testa e di gambe e sono qua per fare bene. Parma può rappresentare per me una possibilità di rilancio, mi trovo a giocare con difensori esperti e molto bravi. La nazionale? Non ci penso il mio primo pensiero è trovare la regolarità che mi è mancata in questi anni".

PARMA PIAZZA  IMPORTANTE - Più timido Valdes, lui conosce bene il nostro campionato, conosce anche parma, avendoci giocato molte volte contro. "Dopo l'esperienza in Portogallo, per me è un' emozione grandissima essere tornato nel calcio italiano, uno dei migliori al mondo, sono felice di trovarmi qui. Conosco la piazza e so come si vive il calcio da queste parti. Una squadra che ha avuto sempre giocatori di grande qualità, Zola, Crespo, Veron. Il ruolo? Mi adatto ma la mia stagione migliore l'ho fatta da seterno sinistro all'Atalanta". Colomba ha l'imbarazzo della scelta.

SIAMO ATTENTI AGLI SVILUPPI - Non potevano mancare domande anche all' a. d., di ritorno da Milano per una giornata di mercato intensa. "Abbiamo sistemato alcuni ragazzi e stiamo procedendo a sfoltire la rosa. La trattativa che ha portato Valdes da noi? Molto semplice e dettagliata. Bojinov ceduto a titolo definitivo, Valdes è in prestito con diritto di riscatto. Abbiamo effettuato una plusvalenza, ringraziamo Bojinov per i due anni, ora ci godiamo Valdes che abbiamo cercato anche in passato. Lo conosciamo bene soprattutto per i trascorsi in Italia. Ora deve dimostrare quello che vale in modo da poter continuare con noi, pensando che non duri una sola stagione la sua permanenza qui.

I tifosi stiano tranquilli. Dobbiamo farli soffrire il meno possibile, li ringraziamo per il calore. Sappino però che la situiazoione del calcio italiano è molto delicata. Il loro affetto ci responsabilizza, noi ci impegnamo sul mercato, conla società cerca di rinforzarsi con aumenti di capitali. Dobbiamo essere virtuosi, non siamo una grande squadra che può permettersi chissà quali costi". Mercato chiuso? Nemmeno per sogno, anche se Leonardi è convinto di poter partire al meglio con questa squadra. "Nel nostro ritiro partiranno i giocatori del Parma. Non ci saranno Floccari, nè Amauri. Abbiamo acquistato calciatori buoni, Biabiany, Valdes, Santacroce, abbiamo Crespo, Palladino, Giovinco, partiamo senza frenesia. Altri reparti?

Siamo attenti ma la gran parte delle cose da fare sono state fatte. Siamo convinti di essere pronti e completi per partire e per puntare ai nostri obiettivi. Siamo contenti degli acquisti perché loro sono orgogliosi di vestire la maglia del Parma. Come sostituire Dzemaili? Blasi è un calciatore che negli anni ha dimostrato qualità importanti. Ci augurimo di essere bravi a rigenerarlo, non ci si può dimenticare di come si gioca a calcio. A centrocampo siamo a posto, abbiamo Morrone e Galloppa, lo abbiamo riacquistato di nuovo".

Leonardi si fida del gruppo e ammette che "Stiamo dando continuità ai giocatori che sono qui da un po', stiamo acquistando giocatori nuovi e partiamo a fari spenti. Le sensazioni sono positive. Vorrei togliermi la soddisfazione di aver allestito un gruppo importante. Non ci manca nulla e l’esperienza di l’anno svcorso ci deve servire da lezione. Mi auguro che si ricominci da quello spirito mostrato nelle ultime sette partite. L'obiettivo resta la salvezza, da raggiungere nel più breve tempo possibile. Abbiamo però nel nostro dna la potenzialità di fare più di 40 punti. Speriamo che il campionato non sia come l’anno scorso, mi è sembrato tutto molto strano. L’augurio è quello di invertire la tendenza, con un campionato tranquillo e senza preoccupazione". Augurio identico a quello dei tifosi.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento