Calcioscommesse, 6 ore di interrogatorio per Luigi Sartor

L'ex giocatore del Parma, in carcere dal 19 gennaio è difeso dall'avvocato Antonino Truccari: "Non ha confessato nulla perché non c'era nulla da confessare"

Si è concluso dopo sei ore davanti al procuratore capo della repubblica di Cremona Roberto di Martino l'interrogatorio di Luigi Sartor, ex giocatore del Parma, che per gli inquirenti sarebbe il contabile del gruppo dei bolognesi capeggiato da Beppe Signori e l'anello di congiunzione con il gruppo di Singapore che avrebbe gestito tutte le scommesse in Italia e anche all'estero. Sartor è chiamato a rispondere anche in merito ai conti cifrati elvetici riconducibili oltre che a lui anche a Beppe Signori.

All'uscita dalla procura il legale di Sartor, Antonino Tuccari, ha dichiarato: "Il mio assistito non ha confessato nulla perché non c'era nulla da confessare". Sartor è rinchiuso nel carcere di Cremona dal 19 dicembre scorso ed è l'unico degli indagati che davanti al gip Guido Salvini si era avvalso della facoltà di non rispondere. In procura è arrivato alle 10,55, scortato dalla polizia penitenziaria. Aveva il volto teso e in mano l'ordinanza di custodia cautelare di oltre 300 pagine. Il suo difensore oggi presenterà al pubblico ministero l'istanza di revoca della custodia cautelare in carcere. Il pm dovrà pronunciarsi e l'ultima parola spetta al gip Guido Salvini

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento