Catania - Parma 0-0 | Gialloblù in ripresa, Cassano fuori forma

Finisce a reti bianche al Massimino, il Parma si divora due-tre occasioni, il Catania gioca a sprazzi. Manca un rigore ad Amauri, Fantantonio non c'è

La tradizione si rispetta, il Parma non vince a Catania, pareggia. E piovono i fischi, tutti per i padroni di casa. Al bruttissimo spettacolo del primo tempo, al quale partecipa con colpe anche Antonio Cassano, si contrappone un bel secondo tempo. E, stranamente, senza Cassano, il Parma si mette a fare il suo gioco, forse libero dall'ossessione di cercarlo per forza. FantAntonio non ne azzecca una, stanco, distratto, certo, il campo non lo aiuta, e lui nemmeno aiuta sè stesso e soprattutto i compagni. E il primo tempo va avanti a colpi di passaggi sbagliati, di lamentele e di tatticismi. Maran copia il suo collega e schiera un modulo identico. Un 3-5-2 dove Monzon e Alvarez trovano poco spazio per spingere sulle ali, Barrientos non è in giornata, Bergessio nemmeno. Ma tocca a lui aprire le danze e, su un assist di Plasil, l'argentino ci mette la zampa senza trovare il pallone. Poi più nulla fino al colpo di testa di Spolli, al 43' del primo tempo. In mezzo sbadigli e richiami per disegni tattici che si rispettano a vicenda e in cui non si trovano mai varchi. Le squadre sono accorte e non si scompongono mai, Cassano non esiste, sarebbe l'unico in grado di inventare ma non è giornata. 

LE PAGELLE 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Donadoni lo lascia fuori, si affida a Palladino, notizia! Qualcosa si muove, per coincidenza forse, ma non tanto. Liberi dall'ossessione di servire FantAntonio, il Parma si scarica di dosso latensione e crea occasioni con Biabiany che sciupa un contropiede condotto da Acquah, lo stesso che poi, sul finire del match, si fa anticipare da Legrottaglie sul più bello. Il Parma è convinto di fare manbassa del Massimino ma si sbaglia e non fa i conti con Andujar e con una svista dell'arbitro che non concede un rigore all'attaccante per trattenuta netta in area. Tutto liscio fino al 33' quando Plasil ricorda a tutti che il Catania c'è ancora e, con un diagonale, sfiora il vantaggio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento