Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

Ceck è tornato: in semifinale a Parma

Cecchinato di nuovo a suo agio sulla terra rossa: Gombos liquidato in due set. Fuori Gasquet

Marco Cecchinato

Cecchinato è tornato. Il tennista siciliano vola in semifinale all’Emilia Romagna Open, l'ATP 250 che si sta disputando sui campi in terra rossa del President Tennis Club di Montechiarugolo (Parma). Il 28enne palermitano, numero 104 del ranking, in tabellone con una wild card, ha liquidato per 6-3, 6-1, in poco più di  un'ora, lo slovacco Norbert Gombos, n.87 del mondo, ripescato in tabellone come lucky loser. Match senza storia, con un Cecchinato deciso, concentrato e sicuro che non ha lasciato la minima chance al suo avversario. Cecchinato è l'unico italiano rimasto in tabellone dopo le sconfitte, tra gli altri, di Seppi, Musetti e la testa di serie numero 1 Sonego.

A Parma “Ceck” dopo essersi aggiudicato all’esordio il derby contro Raul Brancaccio, negli ottavi ha superato per la prima volta in carriera (dopo sette sconfitte senza aver mai conquistato neppure un set) la sua “bestia nera”, lo sloveno Aljaz Bedene, n.54, prima del netto successo di oggi su Gombos nei quarti. Cecchinato raggiunge così la nona semifinale in carriera. Un risultato che gli consentirà di tornare attorno alla novantesima posizione del ranking dalla prossima settimana. In semi (da ricordare quella contro Thiem a Parigi nel 2018 dopo la splendida vittoria su Djokovic nei quarti dello Slam francese) sfiderà lo spagnolo Jaume Munar, numero 80 del mondo che in mattinata ha sconfitto in meno di un'ora il francese Gasquet con un duplice 6-1: nell'unico precedente (Cordoba 2019 sul rosso) si è imposto lo spagnolo.

(nessun oggetto)

P

pacomisale@libero.it

a me
2 minuti fa

Dettagli

Soddisfatto Cecchinato per la sua semifinale: “Ho gioca­to un ottimo incontr­o. Nonostante una pa­rtenza un po’ lenta, sono riuscito ad an­nullare la palla bre­ak e a strappare per primo il servizio al mio avversario, in­dirizzando la sfida dalla mia parte. Sono stato molto attento alla battuta, l’ho fatto correre: ho alzato il livello. Il mio stato di forma deriva dalle scorse settimane: ho lottato con diversi top 20 e ho vinto i match da vincere. Roland Garros? Parigi, per me, è sempre Parigi. È stato il torneo de­lla mia esplosione, il più importante de­lla mia carriera. Tu­ttavia ci penserò so­lo una volta conclusa la mia avventura a Parma”. Poi la spie­gazione della nuova esultanza: “Ho alcuni tatuaggi nuovi. Qu­ando vinco bacio le labbra di Gaia (la compagna, ndr) tatuate sul mio braccio: nostro figlio Edoardo sta crescendo e a volte può restare con la baby sitter. In questo modo Gaia può starmi vicino e sos­tenermi: è una figura fondamentale nella mia vita, mi dà tan­ta forza ed energia”. In semifinale Marco Cecchinato affront­erà lo spagnolo Jaume Munar, mentre dalla parte opposta del tabellone sarà derby statunitense: Sebas­tian Korda se la ved­rà con Tommy Paul.

I risultati

Quarti di finale

Sebastian Korda b. Yoshihito Nishioka 6-3 6-3
Tommy Paul b. Jan-Le­nnard Struff 6-2 6-4
Jaume Munar b. Richa­rd Gasquet 6-1 6-1
Marco Cecchinato b. Norbert Gombos 6-3 6-1

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceck è tornato: in semifinale a Parma

ParmaToday è in caricamento