menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esultanza gialloblu dopo il gol di Paletta - Tm News Infophoto

L'esultanza gialloblu dopo il gol di Paletta - Tm News Infophoto

Cesena Parma 2-2 | Pareggio inutile, i crociati non vincono da 7 giornate

Floccari apre le danze, ma il Cesena non ci sta, pareggia con Santana e passa con l'ex Brescia. Poi solo gialloblu, con Paletta che riprende il risultato, e Okaka e Valiani che sfiorano il vantaggio

I pali fanno parte della porta, il Parma ne coglie due solo nella ripresa, senza contare la traversa centrata da Floccari nel primo tempo. Anche Mutu ne centra una sullo 0 a 0. I gol sono ciò che determinano il risultato, se non segni non vinci. Il Cesena ne sbaglia tanti, clamorosi gli errori di Del Nero e Malonga, il Parma pure, chiedere a Okaka e lo stesso Floccari che nel finale sciupa un ottimo pallone. Ed ecco che il pareggio diventa il risultato più giusto per un derby che Donadoni accetta sereno, Beretta un po' meno. Eppure le squadre hanno giocato a viso aperto e hanno creato, ma la vittoria resta un miraggio per entrambe. Rimane invariato il distacco del Parma dal Cesena, così come da Lecce e Novara, che si sono annullate a vicenda, ma se non segni pareggi, se ti va bene! Correva la stagione '90-'91, quando il Parma di Brolin spinse il Cesena verso la B. In quel Parma c'era anche Minotti, attuale direttore tecnico dei romagnoli. A distanza di un decennio e poco più la sfida si rinnova con gli stessi obiettivi, in un derby che se non è da ultima spiaggia poco ci manca. I romagnoli non segnano da cinque partite, Beretta è costretto agli straordinari per scegliere una formazione motivata e concentrata, invitata dai tifosi a vendere cara la pelle in una battaglia che vale tantissimo. Mutu e Malonga provano ad impensierire la retroguardia gialloblu, priva di Zaccardo squalificato. Donadoni sceglie Santacroce con Paletta e Lucarelli a difesa di Mirante. Musacci e non Morrone, ancora escluso, davanti alla difesa, con Valdes che slitta nel ruolo di mezzala destra. Galloppa a sinistra con Biabiany e Gobbi sugli esterni. Giovinco e Floccari di punta.

IL MATCH - Proprio l'ex giocatore della Lazio ha sui piedi la palla gol più nitida dei primi dieci minuti, quando sugli sviluppi di uno schema da calcio piazzato, coglie al volo la parte alta della traversa. Prima Musacci e Martinho avevano provato ad accendere la gara con un paio di tiri da fuori che non impensieriscono più di tanto i portieri. Il Cesena, che soffre la contestazione del suo pubblico, soffre anche il ritmo incalzante di inizio partita di un Parma che sembra deciso a trovare la vittoria. Valdes e Musacci muovono il pallone con precisione, Donadoni non a caso li ha piazzati nel mezzo. Galloppa fa legna al loro fianco, con Giovinco e Biabiany pronti a scattare. Da un lancio della Formica, il Parma prova a passare in vantaggio, con Gobbi che non trova il tap-in vincente sulla chiusura dell'azione partita da destra. Come Malonga, che al 20' prova a scuotere il Cesena, ma il suo colpo di testa su invito di Del Nero non va in porta di pochissimo. Quando Mutu, di testa, brucia Paletta e stampa il pallone sulla traversa con l'aiuto di Mirante, Beretta capisce che non è cosa e che certe stagioni, quando vanno così non si cambiano. La conferma di ciò arrica quando Del Nero, qualche minuto più tardi, non spinge in gol il traversone di Martinho. La squadra di Beretta fa vedere cose buone, si muove in velocità sugli esterni, sfruttando la vena creativa di Santana che agisce qualche metro più indietro rispetto a dove siamo abituati a vederlo. Mutu, fischiato ogni volta che prende palla, prova a caricarsi la squadra sull spalle, ma non sempre ci riesce, con i bianconeri che pagano l'imperizia dei propri attaccanti sottoporta. Il Parma, che se l'è cavata, tira un sospiro di sollievo e fa le prove generali del gol con Lucarelli che di testa imita Malonga e spedisce fuori da ottima posizione. Ma Floccari gli mostra subito come si fa e, su assist di Giovinco, trova il gol al 40' chiudendo in vantaggio il primo tempo.

Che rimane in vigore giusto il tempo dell'intervallo, perchè Santana ristabilisce la parità in concomitanza con Mirante che non trattiene il tiro di Martinho e permette all'ex viola di segnare il primo gol della gestione Beretta. Il Parma è rimasto negli spogliatoi e subisce l'entusiasmo del Cesena che non ci sta e lotta su ogni palla. Del Nero all'8' pesca il jolly e, nell'incredulità generale, porta in vantaggio i suoi. Donadoni cambia e si affida ad Okaka per Musacci per un 3-4-1-2 offensivo, con Biabiany e Valdes a centrocampo, Giovinco dietro alle due punte. Ma il gol lo fa un difensore, Paletta, con la stessa azione che ha portato alla marcatura Floccari. Un passaggio arretrato per l'argentino che ha il tempo di stoppare e segnare. Prima Malonga non ha chiuso la partita, sciupando la palla splendida di Mutu dopo aver superato anche Mirante in uscita. Il Parma si rirprende dopo lo sbandamento iniziale e si riporta in avanti, con i pali di Santacroce e Valiani, entrato a posto di Biabiany, e Okaka che si dvora l'occasione del vantaggio, da pochi passi. Come Floccari che ha la palla buona per il vantaggio ma sciupa la pennellata di Valdes con Antonioli pronto a dire no.

LE PAGELLE

IL TABELLINO DI CESENA-PARMA 2-2

CESENA 4-3-1-2
1Antonioli, 16Comotto (dal 28' s. t. 28Benalouane), 81Moras, 2Rodriguez, 33Pudil, 7Santana (dal 24' s. t. 77Ceccarelli), 24Arrigoni, 15Martinho, 31Del Nero (dal 19' s. t. 23Djokovic), 17Malonga, 10Mutu
A disp: 88Ravaglia,  6Lauro, 11Renella, 25Von Bergen
All. Beretta

PARMA 3-5-2
83Mirante, 33Santacroce, 29Paletta, 6A. Lucarelli, 7Biabiany (dal 22' s. t. 80Valiani), 17Valdes, 24Musacci (dal 19' s. t. 89Okaka), 8Galloppa, 18Gobbi (dal 42' s. t. 32Marques), 10Giovinco, 11Floccari
A disp: 1Pavarini, 3Feltscher, 4Morrone, 23Modesto
All. Donadoni

Arbitro: Sig. Celi di Campobasso
Marcatori: al 40' p. t. Floccari (P), al 1' s. t. Santana (C), All' 8' s. t. Dl Nero (C), al 15 s. t. Paletta (P)
Ammoniti: al 24' s. t. Paletta (P),  al 13' s. t. Moras (C), al 36 s. t. Santacroce (P)
Espulsi: al 45' s. t. Beretta (C)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento