Cross, Chiara Fontanesi è campione del mondo: è la prima italiana

La pilota parmigiana entra nella storia: è la prima italiana a fare sua la corona iridata riservata alle ragazze, quella della classe WMX, e questo aumenta il significato di un mondiale dominato. "La dedico ai miei genitori"

Campionessa del mondo: Chiara Fontanesi da oggi può urlarlo al mondo intero. Il numero 1 tanto desiderato e inseguito è arrivato nella seconda manche del Gp d'Inghilterra di cross, così la pilota parmigiana entra nella storia: è la prima italiana a fare sua la corona iridata riservata alle ragazze, quella della classe WMX, e questo aumenta il significato di un mondiale dominato. La tensione pre-gara ha lasciato spazio alla gioia. Giovedì scorso la Fontanesi non era riuscita a regalarsi l'iride per un solo punto, ma oggi ci è riuscita, dopo aver passato un paio di giorni tra divertimento con gli amici e impegni con gli sponsor.

Poi oggi ha atteso con impazienza il momento della gara: ha girato per il paddock per fare passare il tempo, poi si è isolata dal mondo per concentrarsi e abbandonarsi nei suoi pensieri. Quindi ha messo il casco in testa e si è schierata dietro al cancelletto di partenza. Le bastava un ventesimo posto, in caso di vittoria della Kane, ma ha voluto fare di più. Non ha badato a calcoli, ha solo pensato a correre la sua gara al meglio, e ha infatti ha cominciato regalando un brivido: alla terza curva, nel tentativo di superare la Lancelot, è caduta. Secondi interminabili prima che riaccendesse la moto. C'é riuscita ed è ripartita ultima e staccata. Ma alla fine del giro era già 16/ma e da lì è cominciata la sua rimonta che l'ha portata al terzo posto a metà gara.

Era più rigids del solito la Fontanesi, consapevole del traguardo che stava per centrare, e solo sul finire della gara, quando era ancora terza, ha iniziato a guidare come sa. Ha tagliato il traguardo dopo la Lancelot e la Kane ed è cominciata la festa. Tutti i tifosi e amici a festeggiarla con spumante e maglietta commemorativa. La sua giornata si è così conclusa nel migliore dei modi con il titolo di campione del mondo. "Sono contenta - ha commentato la 18enne parmigiana -. Ho vinto il mondiale, ma ancora non riesco ad assaporarlo del tutto. Volevo vincere la manche e quando sono caduta mi sono detta che non era possibile. Sono ripartita, ma ero rigida non riuscivo a guidare come volevo. Così ho pensato ad arrivare terza e finire seconda nel Gran Premio. Volevo vincere e ora sono campionessa del mondo. Dedico la vittoria ai miei genitori, al team a tutti quelli che mi vogliono bene. Ho un mix di sensazioni che non so spiegare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

Torna su
ParmaToday è in caricamento