menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Clodiense-Parma l'11 ottobre

Clodiense-Parma l'11 ottobre

Clodiense-Parma 1913 0-3 | Tris crociato per la fuga

Al 28' Corapi chiude un'azione splendida tutta di prima, con Ricci che lo invita nel corridoio centrale e lo mette davanti al portiere. Baraye di tesa, su cross di Lauria, fa 2-0. La chiude Miglietta, che sfrutta un velo di Sereni su cross di Melandri

Dal nostro inviato
Guglielmo Trupo

CHIOGGIA (VE) - Sesta vittoria in sette partite. Difesa imbattuta per la quarta volta consecutiva fuori casa, con Baraye che si conferma essere un giocatore che con questa categoria, come il Parma tra l'altro, non ha niente a che vedere. Fuga solitaria grazie anche al ko del Lentigione contro l'Arzichiampo. Il Forlì resta lontano, con il Parma che si conferma unico avversario di sè stesso. Fatta fuori anche la Clodiense, fanalino di coda che non riesce quasi mai ad impensierire un Fall indisturbato. Insomma, un grande Parma che passa in vantaggio, addormenta il gioco e la chiude con una fiammata. 

Parte morbido, forse memore della lezione che il Mezzolara ha impartito ai ragazzi di Apolloni. A Budrio, la fretta era stata cattiva consigliera, quella fretta che il tecnico odia e non vuole vedere quando incontra squadre che giocano con dieci uomini sulla linea della palla, come la Clodiense. Che avrà pure tre punti in classifica, ma al Balarin non ha mai perso fino ad ora e questo conferma quanto sia difficile per il Parma, almeno all’inizio, trovare qualche spazio in cui fare breccia. In fase di non possesso, i ragazzi di Rossi rimpolpano le fila della mediana con Panfilo e Caraccio, che rinculano per fare densità e impedire ora a Lauria, ora a Ricci di bucare sulle ali. Nelle rare sortite offensive,  i granata si appoggiano a Simunac, lunghissimo nove che difende il pallone giocando anche di sponda e cercando di favorire gli inserimenti dei compagni. Il Parma fa la partita, come al solito, manovra e cerca soprattutto di sfondare per vie laterali, dove il reintegrato Lauria smazza bene le carte con Adorni che spesso si sovrappone. La davanti c’è il solito Longobardi che si sbatte davanti e pressa ovunque senza sosta diventando il primo difensore. Un giocatore che non disdegna il lavoraccio, che aiuta i compagni e gioca anche e soprattutto per loro. Crea spazi e invita i centrocampisti ad entrare, è mobile e svaria su tutto il fronte. E quando il Parma non trova spazi laterali, ecco la soluzione: una roba nuova, mai provata fino a qui che porta Corapi a chiudere un’azione fantastica. Tre tocchi, palla in buca. Baraye fa da sponda, va da Ricci che invita centralmente Ciccio di prima, pallonetto a scavalcare Okroglic ed è festa sotto la splendida curva crociata montata per l’occasione.

LE PAGELLE 

Festa che poteva essere anche più ampia se Longobardi, a un passo della chiusura primo tempo, avesse fatto da sponda su un’altra azione simile, sempre a tre tocchi. Lauria lo invita in porta, ma a sua voglia di gol stavolta lo appanna un attimo perché non chiude il triangolo, con Baraye che accorreva dietro. Poco male perché Baraye festeggia poco dopo, quando per la sesta volta si porta la mano alla fronte e guarda verso la laguna, dove sono i tifosi del Parma. Di testa plana su Marchioron e chiude la gara su cross di Lauria. E’ l’ultima giocata di Yves che saluta un po’ corrucciato, quando lascia il posto a Melandri. Tatticamente cambia poco, anche Melandri può giocare dietro la punta e fare l’esterno, per cercare di freddare la Clodiense in contropiede. Entra pure MIglietta, che immagazzina minuti nelle gambe in attesa della condizione migliore. Apolloni, a partita finita, scossa solo dalla traversa di Longobardi, prova anche il 4-4-2 con Melandri che si mette sulla stessa linea del compagno. Soluzione che prevede la scalata tra i centrocampisti di Lauria e Ricci, sostituito da Sereni. Ed è proprio Sereni che propizia il gol di Miglietta, il terzo del Parma, che chiude i conti con facilità, mantenendo la porta chiusa in trasferta.

IL TABELLINO

CLODIENSE - PARMA 1913 0-3

Marcatori: 28' Corapi (P), 50' Baraye (P), 91' Miglietta (P)


clodiense-3CLODIENSE (4-3-3): Okgoglic; Boscolo Berto, Moretto, Marchioron, Venturini; Mazzetto, Biondi (dal 46' Chin), Prelcec; Panfilo (70'Bortolo Gioachino), Simunac, Caraccio (dal 64' Rota). All: Rossi

parma1913logo-2PARMA 1913 (4-2-3-1): Fall; Adorni, Cacioli, Lucarelli, Saporetto; Corapi (dal 64' Miglietta), Giorgino; Lauria, Baraye (dal 58' Melandri), Ricci (dall'87' Sereni); Longobardi. All: Apolloni

Abritro: Vigile di Cosenza

Ammoniti: Fall (P), Bortolo Gioachina (C), Adorni (P)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Il Parma perde, condannato da Cerri: Serie B a un passo

  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento