menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Donadoni in conferenza stampa

Roberto Donadoni in conferenza stampa

Parma, parla Donadoni: "Basta regalare, dobbiamo essere cattivi dal 1' al 90' "

Il tecnico crociato è tornato sul k.o con il giallorossi evidenziando la poca determinazione dei suoi: "Abbiamo concesso troppo nei primi minuti", e sul Milan: "Non è un pensiero mio, penso a lavorare per la mia squadra"

Dopo il lunedì di riposo il Parma è tornato ad allenarsi in quel di Collecchio nonostante il campionato riprenderà la prossima settimana per l'impegno delle Nazionali. Assenti nella seduta odierna Mesbah, Ampuero, Strasser e Sansone impegnati con le rispettive squadre.
"Bisogna guardare avanti" - questo è l'imperativo di Roberto Donadoni dopo la sconfitta contro la Roma per 2-0- "Sfruttiamo la sosta per reuperare i calciatori e metterci alle spalle la gara con i giallorossi. L'approccio  non è stato dei migliori. All'inizio abbiamo concesso troppo agli avversari, un'occasione e un angolo con troppa facilità. Ovviamente l'aspetto psicologico fa la differenza e su questo dobbiamo migliorare. I primi quindici minuti non mi sono piaciuti e abbiamo concesso troppo anche perchè la squadra era allineata male in campo. Gli abbiamo dato l'opportunità di farci male troppe volte e su questo occorre lavorare per limitare di subire troppo". Donadoni nell'ultima gara ha deciso di lanciare il giovane Ampuero al posto di Marchionni: "Ha giocato bene, si è impegnato molto e sono contento per lui anche se deve crescere e lavorare tanto per capire il nostro calcio e i meccanismi. Era da un po' che volevo lanciarlo e ho pensato che fosse arrivato il momento proprio con la Roma. Un impiego che non significa una bocciatura per altri giocatori come Ninis", mentre chi è entrato solo a gara in corso è stato Biabiany che non sta brillando nelle ultime settimane: "Deve sfruttare maggiormente le sue capacità e cercare la palla negli spazi"
In vista delle prossime gare Donadoni vuole dai suoi ragazzi più cattiveria nell'affrontare l'avversario: "Dobbiamo avere una determinazione feroce e cercare di poter sbloccare il risultato prima che lo facciano gli avversari. Anche domenica se avessimo pareggiato avremmo messo la partita sui nostri binari anche perchè di occasioni favorevoli ne abbiamo create. Mancano ancora nove partite e possiamo conquistare punti importanti, anche per la classifica". Sul fronte infortuni, oggi verrà valutato Palladino mentre Mariga effettuerà un nuovo controllo per capire quando potrà tornare in campo. Donadoni, però, ci tiene a recuperare al meglio Belfodil: "Ha avuto un po' di problemi in questo periodo, ha una lesione che gli impedisce le sterzate, però non posso dire che si sia allenato male. Spero che questo problema si riassorba così potremo contare nuovamente su di lui.


SIRENE ROSSONERE - Negli ultimi giorni si sono intensificate le voci che vogliono Allegri lontano dalla panchina del Milan nella prossima stagione e questo non fa che accostare Donadoni ai rossoneri: "Il Milan non è un pensiero che ho nella testa, penso solo a lavorare per il Parma. Stiamo programmando la nuova stagione con l'intento di far bene partendo dalla prossima gara in campionato

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio di via Volturno: Patrick Mallardo non risponde al Gip

  • Economia

    Morte del lavoratore 37enne, Cgil: "Imperativo un cambio di passo"

  • Cronaca

    Tragedia a Sorbolo: morto operaio di 37 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento