Parma, parla Donadoni: "Non mi sento assolutamente a rischio"

Il tecnico crociato, nonostante il momento no, non fa drammi e non è spaventato di un possibile esonero: "Sono tranquillo, purtroppo è un periodo dove stanno mancando i punti"

Roberto Donadoni in conferenza stampa

Dopo il k.o con la Sampdoria, il Parma, in vista della sfida di domenica con il Torino al Tardini, è tornato ad allenarsi al Centro Sportivo di Collecchio. La squadra è stata divisa in due gruppi: il primo si è allenato alle 13:30, l'altro dalle 14:30 con Paletta che è apparso con una borsa del ghiaccio sulla coscia sinistra mentre Belfodil ha provato ad allenarsi sul campo ma dopo un po' è rientrato in palestra. Amauri a colloquio con Donadoni

Roberto Donadoni, intanto, è intervenuto in sala stampa per la consueta conferenza dove ha analizzato il periodo poco fortunato dei crociati: "Purtroppo è un momento no, dove scarseggiano punti. Per riuscire a venire fuori dobbiamo essere concreti, grintosi e soprattutto non dobbiamo sbagliare sotto porta. Prima o poi la palla finirà in rete se creiamo occasioni da gol". Il tecnico crociato nonostante i soli tre punti in otto partite non si sente a rischio: "Non mi sento assolutamente in pericolo, non sono diverso da quello quando conquistavamo punti. Questo discorso non compete a me, io faccio l'allenatore e continuerò a farlo. Inoltre c'è da tener conto anche l'espetto psicologico della squadra. Ho fatto io stesso dei corsi e l'aspetto psicologico ha una sua valenza e sopperisce, a volte, anche alla mancanza fisica. Personalmente non vedo un atteggiamento diverso della squadra dalle partite che abbiamo vinto. Contro la Samp siamo mancati noi piuttosto che essere bravi gli avversari. Voglio dai ragazzi maggiore determinazione". Paletta con il ghiaccio-3

Molti, negli ultimi giorni, hanno messo in discussione le operazione di mercato, in particolare quelle nella sessione di gennaio ma Donadoni difende l'operato della società: "Quello che è successo nel mercato resta lì e bisogna andare avanti con quello che abbiamo e ritengo che sia buono. Non voglio alibi e non posso pensare a come sarebbe stato se o ma fosse arrivato qualcuno o non fosse andato via qualche giocatore".

Donadoni ora preferisce concentrarsi sulla prossima sfida casalinga con il Torino: "Mi interessa solo della mia squadra, non guardo gli avversari. I granata hanno cambiato la classifica ma non non regaleremo nulla".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento