Crociati Rugby, domenica a Bucarest per la Amlin Challenge Cup

Dopo il turno di riposo i gialloblù si preparano all'esordio in Coppa, il 13 novembre visiteranno i terribili Wolves: sabato 19 la "prima" di Coppa in casa contro i Worchester Warriors

Dopo il turno di riposo è la settimana che precede l'esordio di Amlin Challenge Cup. Il debutto in Coppa pone i Crociati Rugby di fronte a un'insidiosa trasferta, domenica prossima, 13 novembre, a Bucarest, nella tana dei temibili “Wolves”. Per il “15” di “Cocco” Mazzariol l'occasione per provare a superare e sin da subito la delusione per gli ultimi due turni di campionato, che sono coincisi con i passi falsi di Roma contro la Mantovani Lazio e di Moletolo contro il Marchiol Mogliano.

Dall'infermeria risultano ai box Gerosa cha iniziato a calpestare di nuovo il campo settimana scorsa, Ireland (ormai all'80% del recupero dopo il grave infortunio), McCann - per lui sospetta distorsione al polso - e Francesco Ruffolo, ancora ancora alle prese con la distorsione rimediata al triangolare di fine estate che si è poi scoperto causa di una microfrattura molto fastidiosa e lunga da recuperare.

Il mese di novembre consegna quindi sabato 19 la “prima” di Coppa in casa contro i Worchester Warriors prima della ripresa dell'Eccellenza che porrà di fronte la Banca Monte Crociati ai vice campioni d'Italia della Femi CZ Rovigo, avversario che tra le mura di casa del “Battaglini” è notoriamente scoglio durissimo per chiunque. Per rivedere Mandelli e compagni al “XXV Aprile” bisognerà quindi attendere la prima settimana di dicembre, quando, sotto gli occhi di Jacques Brunel, neo allenatore azzurro, i gialloblù giocheranno l'attesissimo derby contro Reggio Emilia.

Infine, una curiosità: venerdì prossimo, 11 novembre, alla squadra parmigiana verrà consegnato il premio San Martino, riconoscimento che arriva in virtù dell'impegno profuso nell'ambito del volontariato e della promozione dello sport pulito: i Crociati, infatti, da inizio stagione hanno avviato un rapporto di partnership con l'Avis di Parma che vede diversi giocatori donare il sangue a chi è meno fortunato e bisognoso di cure.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • A Parma vietate le feste e lo sport amatoriale: mascherina in casa con i non conviventi

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento