menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sport e Civiltà , Donadoni: "Tornare a Parma? Come farei a dire no"

L'ex allenatore del Parma: "Credo che la squadra sia attrezzata per fare un ottimo Campionato"

La giuria del Premio Sport e Civiltà premia anche Roberto Donadoni, ex allenatore del Parma: 'Per me questa è una tappa importante. Qua è nata mia figlia tre anni fa, sono molto legato alla città e all'ambiente, al di là dell'avventura professionale. Sono molto legato a mio padre, che è venuto a mancare tre anni fa mentre allenavo in questa piazza. Sono sicuro che mi guida da lassù. Nella vita ho avuto molti allenatori, ma i personaggi che non si nominano sono quelli più importanti dai quali ho tratto grandi insegnamenti. Con Sonetti ho passato un periodo dove sognavo di mortificarlo davanti a tutti. Mi trattava male e mi diceva: 'O smetti o ti faccio diventare allenatore'. Io sono molto grato a Berlusconi e Galliani perché mi hanno dato l'opportunità di vestire la maglia della squadra per cui tifavo. Poi basta. Ambire al Milan è un sogno un po' per tutti. La cosa bella di quel periodo è l'amicizia. Quando hai un legame forte si supera il tempo ed è come non fosse mai passato. Quando si pensa all'ultimo periodo a Parma c'è tanta amarezza. Qua ho vissuto un'esperienza bellissima, i ragazzi si sono dannati l'anima per permettere alla squadra di stare dove doveva stare e io condivido tutti i treni che sono passati da quel giorno in avanti con tutta la città. È chiaro che quando si viene premiati fa sempre piacere. In più sono di nuovo qui a Parma, città alla quale sono legato per tanti bei ricordi e tante belle situazioni, al di là di come poi è finita dal punto di vista calcistico la mia esperienza qui, ma sono sicuramente più le cose positive che io ricordo di questa città, quindi sono veramente molto felice ed orgoglioso di questo. Mi capita di seguire il Parma, magari vedere le partite è complicato, ma i risultati dei crociati sono sempre sotto osservazione. Direi che ha avuto un momento di difficoltà, poi si è ripresa molto bene, al di là dell'ultima partita che è andata com'è andata, ma è lì e se la può giocare tranquillamente. Credo che abbia una squadra indubbiamente attrezzata per fare un ottimo campionato, quindi confido che riesca a fare un ulteriore passo in avanti perchè sarebbe una cosa bella per tutti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Il Parma perde, condannato da Cerri: Serie B a un passo

  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento