rotate-mobile
CALCIOMERCATO

Dopo la Serie A, sotto con i rinnovi: Man e Mihaila, è stallo

C'è ancora distanza tra le parti. La volontà del Club è quella di andare avanti fino al 2027, ma l'entourage dei rumeni aspetta un ritocco dell'ingaggio dopo la promozione. Per Valenti ci siamo quasi, Pederzoli e Notari aspettano un cenno

In attesa delle firme che certifichino il rinnovo dei dirigenti dell'Area Tecnica, il Parma prosegue il suo piano di potenziamento della squadra che l'anno prossimo dovrà affrontare le fatiche della Serie A. La strategia è quella di procedere con calciatori giovani e dotati di un potenziale da poter curare minuziosamente nel quotidiano di Collecchio, presso le strutture affidate all'area Analytics nel laboratorio del Mutti Training Center (anch'esso, come lo stadio, atteso da ristrutturazione nell'idea di KK). Mancano però solamente 43 giorni alla naturale scadenza dei contratti che legano il direttore sportivo Mauro Pederzoli e il capo scouting, Massimiliano Notari, al Parma. I documenti sarebbero pronti e in attesa della firma, ma resta ancora da limare qualche dettaglio legato all'aspetto economico. Fissato il termine del 2027, serve trovare un'intesa per quanto riguarda l'altra sfera. Entrambi tra gli artefici della promozione, i dirigenti erano arrivati dopo la prima rivoluzione americana targata Krause, coincisa con l'affidamento dell'Area Tecnica a Javier Ribalta. Dopo la promozione storica, resa tale anche perché mai prima di questa stagione il Parma si era aggiudicato il primo posto nel campionato di Serie B, serve qualche altro passo in più per trovare l'intesa e percorrere insieme il cammino fino al 2027. 

Man e Mihaila: c'è stallo

Arco temporale fissato anche per i rinnovi dei contratti di Dennis Man e Valentin Mihaila. I discorsi, per ora, procedono a rilento. I due giocatori si stanno godendo qualche giorno di riposo meritato, dopo essere stati tra i protagonisti della promozione in Serie A. Sono attesi per domani nel ritiro di Bucarest per le amichevoli che la Romania disputerà tra il 4 e il 7 giugno contro Bulgaria e Liechtenstein, in preparazione all'Europeo che scatterà venerdì, 14 giugno. C'è ancora distanza tra le parti: i rappresentanti dei due rumeni nei mesi scorsi hanno aperto a un rinnovo, fissando però delle condizioni economiche. Il nodo infatti è relativo all'ingaggio e la forbice tra quello che vorrebbero i Becali per i loro assistiti e quello che il Parma si sentirebbe di offrire resta ancora ampia. C'è da discutere e mediare per trovare una soluzione che possa andare bene a entrambe le parti e che eviterebbe un eventuale addio senza incasso per il Club di Krause, visto che i contratti di Man e Mihaila scadono a giugno 2025. 

parm-crem-festa-15

Valenti e Charpentier

Discorsi di rinnovo avviati anche con Lautaro Valenti. Qui la strada sembra essere più in discesa dopo qualche rimostranza iniziale. Le basi per l'accordo fino al 2027 sono state gettate con il difensore argentino e il suo entourage, le parti sembrano aver trovato l'intesa da formalizzare nei prossimi giorni. Lui e Osorio, che a gennaio di quest'anno aveva allungato di un altro anno il suo contratto, dovrebbero proseguire con il Parma. C'è volontà di chiudere a breve anche per il rinnovo di Gabriel Charpentier. Il contratto del generale scade nel 2025, ma c'è un'opzione che i crociati possono attivare per prolungare di un anno al verificarsi di alcune condizioni. La strada è tracciata e, in attesa delle firme che certificano il rinnovo dei dirigenti dell'Area Tecnica, il Parma prosegue il suo piano di potenziamento per la Serie A. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la Serie A, sotto con i rinnovi: Man e Mihaila, è stallo

ParmaToday è in caricamento