rotate-mobile
VOLTO NUOVO

Estevez si presenta: "So quanto pesa questa maglia. Un modello? Veron"

Il centrocampista argentino dal ritiro in Val di Pejo: "Lavoro dove vuole il mister, posso ricoprire tutti i ruoli del centrocampo. I primi giorni in ritiro sono andati bene. Serve prepararsi perché ci aspetta un campionato difficile"

Su Nahuel Estevez c'è tanta aspettativa. Il centrocampista argentino, a Parma con la moglie, ha nel motore un paio di anni di Italia, ma mai prima di quest'anno aveva cominciato un ritiro. Di pretemporadas ne aveva fatte diverse in Argentina, all'Estudiantes, ma mai ne aveva cominciato una dall'inizio. "A Spezia e Crotone sono arrivato in ritardo - dice in conferenza stampa - ero in Argentina all'Estudiantes. In Italia è la prima volta che comincio la preparazione. Con Pecchia si lavora duro, e a me piace lavorare perché in partita poi devi andare forte e avere il fisico per reggere". 

Estevez porta in dote grinta, tecnica e forza. Per il ruolo non fa problemi:  "Lavoro dove vuole il mister, posso ricoprire tutti i ruoli del centrocampo. I primi giorni in ritiro sono andati bene, abbiamo cominciato da una settimana, posso dire che mi sto trovando bene con il mister, ma adesso siamo carichi di lavoro e bisogna aspettare qualche giorno in più per valutare a che punto siamo. Ai tifosi prometto di sudare sempre la maglia, si può giocare bene o male ma bisogna sempre dare tutto in campo. Qua ci sono tanti giocatori di nome, che hanno giocato ad alto livello, che hanno avuto una grande carriera, è pieno di leader. So che cosa significa questa maglia, so che devo dare il meglio ma non sento la pressione di dover dimostrare qualcosa. Veron mi ha già spiegato cosa significa il Parma. Lui per me è un modello, nel calcio è stato un simbolo. E' stato il mio presidente all'Estudiantes, abbiamo parlato di Italia la prima volta che io sono andato a giocare a La Spezia, ma per ora sul Parma non mi ha detto nulla. Questo sarà un campionato difficile, dove ci sono tante squadre forti. Non c'è niente di scontato, per esempio l’anno scorso contro la Cremonese che si giocava il campionato il Crotone ha vinto. Ci sono tanti giocatori forti in questa Lega, sarà un campionato di buon livello dove non c’è nulla di scontato. 

Dobbiamo creare una mentalità vincente e pensare di partita in partita. Lavorare bene, ascoltare il mister e fare quello che dice lui in allenamento. Bisogna creare una mentalità vincente, che si costruisce giorno dopo giorno. Vazquez? Lo vedo bene, ci ho parlato certo, qui ci sono diversi argentini, c'è anche Lautaro Valenti. Mi hanno accolto bene". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estevez si presenta: "So quanto pesa questa maglia. Un modello? Veron"

ParmaToday è in caricamento