menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma | Ultima asta deserta: nessuna offerta competitiva

Attesa la firma di Modesto a ore, mentre Amauri è a lavoro con i suoi avvocati. L'italo brasiliano spera di non dover rinunciare a tutto (80%) e prende tempo, ma il tempo non c'è... LIVE

QUINTA GARA DESERTA- I curatori fallimentari del Parma FC S.p.A., dott. Angelo Anedda e dott. Alberto Guiotto, comunicano che alle ore 12.00 di oggi 28 maggio 2015 nessuna offerta vincolante per l’acquisto è stata consegnata al notaio Giulio Almansi, designato dal Giudice Delegato dott. Pietro Rogato a sovrintendere alle operazioni di vendita competitiva dell’azienda sportiva del Parma Fc. Già nelle prossime ore i curatori si confronteranno con il Comitato dei Creditori e con il Giudice Delegato per le necessarie decisioni sul futuro dell’azienda sportiva e per l’eventuale prosecuzione dell’esercizio provvisorio.

Continua la querelle nell'ultimo giorno utile per l'acquisto del Parma.

Mancano ancora circa venti giocatori all'appello prima di poter considerare definito il debito sportivo, e proprio l'assenza di alcuni di loro mantiene ogni tipo di possibile offerta in una situazione così statica. Marchionni, Amauri, Felipe, Modesto ed altri hanno crediti tali da suggerire prudenza fino a quando le trattative saranno concluse. Nella notte si è diffusa la notizia di una firma da parte di Marchionni, che avrebbe accettato il 50%.

Lo stesso ex centrocampista del Parma ha dichiarato: "È un gesto d'amore per i tifosi e per una squadra che mi ha dato tanto". Marchionni ha fatto sapere che avrebbe accettato una riduzione del 30%, con i curatori che avevano risposto picche. Nella notte, forse spinto anche dal fatto che molti dei contratti firmati dalla vecchia gestione sono sotto la lente d'ingrandimento e presentano non poche falle, ha deciso di aumentare la sua percentuale al 50%.

Per ora nessuna notizia, inoltre, da parte di Amauri ed altri giocatori che a più riprese hanno dimostrato a parole la volontà di accettare la riduzione, ma che alle 10:00AM dell'ultimo giorno utile non hanno ancora fatto pervenire ai curatori l'accordo firmato. A loro si è aggiunto anche Nicola Pavarini, ex portiere crociato ed ora membro dello staff del settore giovanile, che a quanto sembra ha deciso di non accettare riduzioni e vuole il 100% dei crediti che gli spettano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento