menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alla scoperta del Fano: i segreti della squadra di Cusatis

Borrelli, il modulo è un aneddoto curioso sulla guida tecnica

In questo periodo chi gioca contro il Parma va a caccia dell’impresa. Spesso ci riesce, o per un tempo oppure per gran parte della partita. Le cose non stanno andando benissimo, nonostante la squadra sia a tre punti dalla vetta. Sabato toccherà al Fano cercare di strappare qualche punto al Parma, durante una trasferta che per la squadra di Apolloni si conferma decisiva soprattutto in vista del big match tra Bassano e Venezia che potrebbe abbellire la classifica dei crociati. Il Fano ha sette punti, è una squadra che non disdegna di giocare al calcio malgrado la classifica povera dettata anche dalle contingenze di un momento non ridente. Una vittoria, quattro pareggi e un poker di sconfitte costringono la squadra di Cusatis a guardarsi le spalle. Terzultimi in classifica, reduci dal pari significativo con la Feralpisalò, arrivano motivatissimi al grande appuntamento, con un dubbio sul sistema di gioco: 3-5-2 o 4-3-1-2.

L’ALLENATORE 
Classe ’67, Cusatis è stato negli ultimi anni assistente di Giuseppe Sannino per Chiev¬o, Watford, Catania. In precedenza era stato invece tecnico dell’Alessandria nella stagione 2012/13 in C2, chiamato e poi esonerato proprio da Menegatti suo ex compagno di squadra al Legnano da calciatore. Ai grigi era arrivato sull’onda dei risultati ottenuti alla guida della Pro Patria, con una promozione in C1 compromessa solamente da una penalizzazione di ben 11 punti. 

LA STELLA 
Borrelli, non ha mai fatto la C. Qualità da vendere perché calcia bene di destro e di sinistro, ha l’ultimo passaggio ed è reduce da un problemino al polpaccio. Ha esperienze a Macerata e all’Ancona in D, è al terzo anno a Fano e ha grandissima qualità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento