menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fernando Marques con la maglia del Parma - foto Tm News Infophoto

Fernando Marques con la maglia del Parma - foto Tm News Infophoto

Toh', chi si rivede, Nando Marques: "Parma, mi dispiace: tutto è nato anche con il mio caso"

L'ex giocatore crociato, che milita al Deportivo Guadalajara, si racconta a Parmafanzine.it: "Mi dispiace davvero tantissimo vedere dov'è finito il club, penso che sia iniziato un po' tutto con me, è successo qualcosa di strano..."

"Quella mattina ci siamo allenati (prima della partita contro l'Inter ndr) Mister Donadoni parlò con me. Io non pensavo di giocare, ma lui mi disse che aveva fiducia in me, che pensava che ero la persona giusta per giocare quella partita, e poi al pomeriggio mi ha detto che sarei partito titolare. Ero contento, pensavo che con tutto quello che mi aveva detto le cose non potevano andare male. Ho giocato, l’Inter ha segnato il primo gol, poi è arrivato il mio pareggio e la vittoria. È stato bellissimo, poi contro una squadra come l’Inter è stato ancora più bello”.

Nando Marques riappare magicamente granzie al cilindro di Parmafanzine.it. L'ex ala del Parma, che è rimasto nel cuore di moltissimi tifosi per le sue uscite estemporanee, per i suoi dribbling funambolici, per la Ferrari bianca e un cappotto viola con il quale si faceva vedere fiero in via Farini, mentre portava a spasso il suo bulldog francese, è un po' l'idolo dei tifosi, l'idolo che non è riuscito a esplodere per via di qualche problemino. Colpa di Leonardi, dicono quelli più informati - "È una storia particolare. Stiamo ancora aspettando l’esito dell’appello del Parma quindi preferisco non parlare di questo. È vero però che è stato tutto molto strano per me. È difficile per me perchè ancora non è uscito l’esito dell’ultimo appello dopo che ho vinto tutti i gradi di giudizio finora. Poi si potrà parlare di tutto quello che è successo" - si limita a dire Nando ai microfoni di Parmafanzine.it. "Penso che sia iniziato un po’ tutto anche con il mio caso - spiega Marques - perchè è successo qualcosa che non andava bene. Poi è uscito tutto, ed è vero che non voglio parlare, però per me è triste sia per le difficoltà che ho avuto perchè per un giocatore nonvedere il campo è davvero difficile, ma poi tutto questo ha toccato anche tutta la squadra, e per un calciatore è triste perchè si lotta fin da bambini per arrivare lì, e delle persone hanno macchiato tutto questo”. E quando gli si chiede degli autori del disastro Parma, lui china il capo e con gli occhi diventa di colpo molto loquace, come se parlasse. Tira poi un sospiro di sollievo e dice: "Credo di conoscerli, credo proprio di sì. Seguo il Parma su Facebook o parlando con gli ex compagni. Mi dispiace davvero tantissimo vedere dov’è finito, magari per me non è stato un anno troppo felice, per diverse situazioni, ma io ho un ricordo bellissimo soprattutto della gente: con me si è comportata in maniera stupenda, e per questo ho uno splendido ricordo. Ogni volta che posso do un’occhiata ai risultati". marques-3

Poi chide con un messaggio ai tifosi del Parma: "In questi 31 anni ho capito che la cosa più importante è la pazienza e saper attendere il proprio momento. È importante ora che i tifosi portino pazienza, è vero che è una situazione difficile, com’è accaduto in passato alla Fiorentina e ad altre squadre, ma credo che con un po’ di pazienza in 4 o 5 anni potrà tornare in Serie A, e tutto questo diventerà storia, un bel ricordo. La squadra è scesa in D senza che nè giocatori nè tifosi abbiano alcuna colpa, ma se avrà la fortuna di tornare in alto sarà un qualcosa di stupendo. Se continua a scalare le categorie ogni anno sarà ancora più bello, perchè crescerà sempre di più l’affetto dei tifosi e la fiducia verso la propria squadra. Bisogna portare pazienza e avere fiducia nel Parma, che è un club storico ed importante sia in Europa sia nel mondo, ed io non posso che mandare tutto il mio appoggio: con me si sono comportati benissimo ed io ho solo buone parole per tutta questa gente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 88 nuovi contagi e 4 decessi

  • Cronaca

    I parmigiani e il vaccino: aumentano gli scettici

  • Attualità

    Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento