menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro il Forlì - Apolloni: "Simonetti non ci sarà, puntiamo al risultato"

"La matematica non ci dà ancora il responso, questo è un test importante ma non il più importante. L'occasione c'è, ma non è una finale" ha detto il Mister in conferenza stampa: "Ricorderò ai ragazzi che stanno giocando non solo per loro stessi ma anche per i compagni che non giocano"

Alla vigilia del match contro il Forlì, scontro importante per la classifica che potrebbe portare il Parma alla fuga definitiva nei confronti delle avversarie Mister Apolloni ha tenuto una conferenza stampa a Collecchio. Ecco le sue parole:

"La matematica non ci dà ancora il responso, questo è un test importante ma non il più importante. L'occasione c'è, ma non è una finale. Riguardo le condizioni della squadra devo dire che Simonetti non ci sarà perché gli è risalita la febbre, mentre Agrifogli sì, l'ha smaltita. Mousa Balla è fermo per un problema alla gamba, il resto bene a parte le situazioni di Lauria e Saporetti che conoscete". 

In attacco ha in mente di cambiare? "Ho in mente diverse cose, ci sono nodi che scioglierò domani. Corapi a centrocampo è una possibilità, ma ce ne sono anche altre, ho calciatori in grado di mettersi a disposizione e variare la propria posizione". 

Cosa dirà alla squadra per caricarli? "Non preparo nulla di particolare di norma, non farò un discorso diverso rispetto al solito, ma ricorderò ai ragazzi che stanno giocando non solo per loro stessi ma anche per i compagni che non giocano, ma anche per i tifosi che ci seguiranno in massa, spero che la gente possa divertirsi. Noi puntiamo al risultato, rispettando la squadra avversaria e conoscendo la furbizia dell'allenatore avversario, lo conosco bene e sa che non c'è nulla di scontato nel calcio". 

La regola degli under e l'assenza di Simonetti mette a rischio la titolarità di Benassi? "Io ho degli obblighi, le difficoltà ci sono in questo senso. Ho la possibilità di variare e di mettere in campo calciatori con delle qualità". 

Le difficoltà degli under rendono difficile la formazione? "Le difficoltà ci sono sempre, non solo ora. La squadra si allena e tutti hanno voglia di mettersi in mostra, c'è anche consapevolezza dell'obiettivo, una cosa che ci accomuna tutti, anche chi a volte viene estromesso. Ognuno di noi ha un compito, tutti abbiamo un reme e siamo su una barca, dobbiamo remare tutti nella stessa direzione". 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento