menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colomba è il nuovo allenatore del Parma: oggi il primo allenamento

Il ko di domenica contro i pugliesi è costato carissimo a Pasquale Marino. Scelto il tecnico ex Bologna per cercare di arrivare alla salvezza. Il contratto lo lega alla società ducale fino a giugno 2012

Ora è ancora ufficiale: Franco Colomba è il nuovo allenatore del Parma. Alle 16,30 di oggi la presentazione a Collecchi e alle 17 il primo allenamento. Il contrato con la società ducale scadrà a giugno del 2012.

IDENTIKIT - Ma cerchiamo di scoprire chi è il nuovo mister crociato. Colomba è fermo dalla prima giornata del campionato in corso, quando il Bologna di Porcedda, lo esonera ad una manciata di minuti dal fischio di inizio del campionato, quando al Dall'Ara c'era già l'Inter. Proprio nel giugno 2010, la società rossoblu lo aveva più volte confermato, rinnovando il contratto con l'allenatore per le 2 stagioni successive, esprimendo in questa maniera apprezzamento per il suo operato (ben 24 punti solo nel girone di ritorno con una proiezione da 48 punti finali) e fiducia nelle sue capacità. Nella stagione precedente, il 20 ottobre 2009 è stato chiamato dalla società emiliana per subentrare all'esonerato Papadopulo e a sedersi quindi sulla panchina della squadra della sua città, in forte crisi di risultati e nelle ultime posizioni di classifica. Nonostante alcune difficoltà iniziali, Colomba riesce rapidamente a risollevare la squadra, che da metà gennaio in poi realizza una serie importante di risultati che la proiettano verso una salvezza anticipata. Una successiva crisi invece fa di nuovo precipitare il Bologna in piena lotta-salvezza, terminata solo alla penultima giornata con la matematica certezza di rimanere nella massima serie calcistica. Chiuderà a sette punti dalla retrocessa Atalanta. 

ANCHE NAPOLI E REGGINA - Ma non si devono dimenticare gli anni di Colomba alla Reggina. Nell'arco temporale che va dal 1999 al 2002, è l'allenatore dei calabresi, con cui  raggiunge un' ottima salvezza la prima stagione con la valorizzazione di giovani calciatori come Pirlo. Il successivo massimo campionato vede la squadra dello Stretto protagonista in negativo con una miniserie di 1 punto in 10 partite, seguita da una ripresa superiore ad ogni ragionevole aspettativa, per poi comunque subire la retrocessione al termine di un doppio spareggio contro l'Hellas Verona. Nel 2002 Colomba, riconfermato alla guida della squadra anche in B, riporta la Reggina in A dopo solo una stagione. Allora il Napoli, dove, nonostante la società sia in gravi difficoltà economiche e societarie, tant'è che l'anno successivo arriva al fallimento, riesce a raggiungere la salvezza, unico obiettivo percorribile in quella stagione. Allena anche Livorno, Cagliari e Ascoli.

COME GIOCA - Il suo modulo preferito è il 4-4-2, modulo che si adatterebbe benissimo alle qualità dei giocatori crociati. Gli esterni abbondano da quelle parti, Modesto, Angelo, all'occorrenza da impiegare nel ruolo di terzino o centrocampista di fascia, Marques, ammesso che i suoi guai fisici finiscano, Valiani.  Con due punte di peso come Amauri e Crespo andrebbe a nozze. All'occorrenza il sistema tattico potrebbe anche cambiare e trasformarsi in un 4-3-1-2, molto più probabile per esaltare le caratteristiche di Giovinco, di cui il Parma non può fare a meno. Ma questi saranno problemi che dovrà risolvere lui, qualora venisse designato come successore.

GHIRARDI INTERVIENE - Quello che è emerso al termine della gara contro il Bari, a parte il risultato negativo, è stata la mancanza di mordente, di cattiveria agonistica che in gare come quella di domenica è decisiva. Ghirardi, in serata, è intervenuto alla trasmissione Calcio & Calcio, in onda su Teleducato e ha tenuto a precisare che “dopo la prestazione di ieri la cosa che avrei voluto fare sarebbe stata esonerare allenatore e giocatori, ma siccome non si poteva, ho esonerato l’allenatore. Non avevo alcuna lista di allenatori in mente, fino al pomeriggio non avrei mai immaginato di esonerare Marino; stiamo guardando che soluzioni ci sono sul mercato. Non stiamo facendo nulla di improvvisato. Stiamo analizzando attentamente chi c’è sul mercato e Colomba è uno di questi. Credo che negli ultimi anni abbia fatto benissimo, e giustamente ha un contratto molto importante. Io mi assumo le mie responsabilità, ho esonerato un allenatore. Mi carico i costi sulle spalle, dimostro ancora una volta di dare tutto quello che ci vuole per questa società, cui tengo tantissimo, e ai miei tifosi, che non deluderò, o cercherò di non deludere mai e vado avanti. Mi auguro di prendere un allenatore che stia a Parma tre anni, quattro anni. Ma deve darmi dei risultati: se non ho i risultati di cosa stiamo parlando?”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento