menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
D'Aversa e Gervinho - foto Ansa

D'Aversa e Gervinho - foto Ansa

Gervinho&Co., ultimi giorni fuori: la società li richiama

Nei prossimi giorni Hernani, Kulusevski, Kurtic, Kucka, Cornelius e l’ivoriano faranno ritorno a Parma. Per loro 14 giorni di isolamento preventivo

La commissione medico-scientifica della Federcalcio, in collaborazione con gli esperti del settore, ha messo a punto il protocollo da seguire per l’eventuale ritorno in campo. E’ stato già inviato il PDF ai ministri di Sport e Salute Vincenzo Spadafora e Roberto Speranza, la palla adesso passerà al Governo che dovrà valutarne il contenuto. Certo è che i giocatori verranno costantemente monitorati e i contatti con l'esterno dovranno di fatto essere azzerati. E mentre il Parma prepara il bunker di Collecchio per ospitare il ritiro necessario alla ripartenza, la società sta approntando il piano per richiamare alla base i giocatori che hanno raggiunto le loro famiglie all’estero. Nei prossimi giorni gli sarà comunicato ufficialmente, a metà settimana qualcuno dei calciatori all’estero potrebbe già essere in città. Giorni contati dunque per Gervinho in Francia, a Lille, Hernani che è volato in Brasile, Kurtic in Slovenia da moglie e figlio, Kucka in Slovacchia, Cornelius in Danimarca e Kulusevski in Svezia. Proprio l’asso svedese è stato tra gli studenti più applicati nei compiti a casa.

La Svezia non è l’Italia, le misure meno restrittive del paese scandinavo hanno permesso a DK44 di avere un po’ più di libertà in un lockdown decisamente più permissivo rispetto ai suoi compagni rimasti in Italia che lo ha visto l’asso riprendere confidenza con il pallone e fare un grande lavoro in palestra. Gli servirà per farsi trovare più pronto dal punto di vista atletico – se mai si dovesse tornare a giocare – più forte perché sta lavorando con un preparatore atletico personale, più in forma perché sta curando le ‘ferite’ piccole che la Serie A gli aveva lasciato in dote.

Nei prossimi giorni la società li richiamerà ufficialmente prima di metterli in isolamento preventivo per 14 giorni. E’ il protocollo. Due settimana di quarantena domiciliare prima di essere chiamati per le visite mediche di rito e di test e analisi. Hernani dal Brasile potrebbe essere il primo a fare ritorno alla base, seguito da Gervinho che si gode la famiglia a Lille tra allenamenti e programmi personalizzati. Kurtic, Kucka e Cornelius lasceranno le loro rispettive case in patria e torneranno a Parma, dove li aspetta il resto della ciurma. Troveranno un Bruno Alves combattivo come sempre, e pronto, tirato a lucido grazie al lavoro svolto sul terrazzo di casa tra pallone, addominali e tanta vitamina D, imprescindibile per il suo metabolismo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

Temporali e piene dei fiumi: allerta rossa nel parmense

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 5 morti e 52 nuovi casi

  • Cronaca

    Coronavirus. Nessuna zona "rosso scuro" per l'Emilia-Romagna

  • Sport

    Dal lockdown non sai più vincere: Parma, che ti è successo?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento