Sport

Giallo Man, trattativa bloccata: Krause si indigna perché...

Il presidente americano avrebbe dato ordine di stoppare la trattativa. Messa in dubbio la sua solidità economica da parte dello Steaua Bucarest

Dennis Man - foto Ansa

Sembrava tutto fatto e apparecchiato. Invece lo sbarco di Dennis Man a Parma è stato rimandato, forse è saltato definitivamente. Toccherà a Marcello Carli ricostruire i rapporti con la Romania, qualora si decidesse un'inversione di rotta, procedendo con un investimento così importante su un giocatore classe ’98, seppur bravo, ma giudicato non pronto dal Parma. Almeno non così tanto da valere tutti quei soldi. E mentre Becali, uno dei massimi esponenti del mondo del calcio romeno, fa filtrare ottimismo sulla conclusione dell’affare, dalla Romania emergono nuovi dettagli.

Il presidente dell’Fcsb, la vecchia Steaua Bucarest, avrebbe chiesto delle garanzie economiche, per coprire l’investimento (si tratterebbe di un pagamento dilazionato, pratica diffusa nel calcio) in caso di retrocessione. E’ proprio questa richiesta avrebbe toccato nell’orgoglio il presidente del Parma Kyle Krause, indispettito dall’atteggiamento di Becali, con cui l’accordo sembrava essere a un passo. Se il Parma dovesse retrocedere – secondo Becali – potrebbe incappare in problemi economici e non assicurare il pagamento del cartellino dell’esterno romeno. E questo avrebbe fatto saltare i nervi al patron americano, che non ha certo bisogno – a suo dire – di ulteriori dimostrazioni di solidità economica. La sua storia messa in discussione ha cambiato le carte in tavola. 

Krause infatti avrebbe chiesto ai suoi uomini di chiamarsi fuori, visto il comportamento della società romena, che non ha avuto un modo elegante per richiedere le legittime garanzie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo Man, trattativa bloccata: Krause si indigna perché...

ParmaToday è in caricamento