Il Parma al lavoro verso il Torino. E la pista Giovinco si raffredda...

Al momento ci sono poche possibilità che la Formica Atomica torni: ma il mercato è imprevedibile

L’attesa sta per finire davvero, il Parma si sta preparando per la seconda tornata di un campionato che alla ripresa dopo il blocco sarà abbastanza anomalo. E farsi trovare pronti conviene certamente a tutti. L’ultima uscita dei crociati non è stata proprio delle più felici, ma l’8 marzo è lontano: da allora in effetti sono passate diverse settimane in cui più o meno è successo di tutto, molto si è discusso sul da farsi e in prossimità della ripresa non mancano gli ostacoli sulla strada che porta alla ripartenza. Spaventa il nodo legato alla quarantena, o giorni per i 14 giorni canonici non ci sono più e in caso di positivi il mondo calcio sarebbe appeso a un filo. Si guarda anche al calo della linea dei contagi, sperando che i tempi per l’isolamento fiduciario siano ridotti sensibilmente. Intanto le squadre proseguono con i test e i tamponi: lunedì è toccato al Parma, i risultati sono incoraggianti e hanno scongiurato la possibilità di positivi nella rosa di D’Aversa che prepara la sfida al Torino entrando passo dopo passo nella settimana chiave per il tecnico (la prossima) con l’intenzione di risolvere qualche problema di tenuta da parte degli interpreti. Il lockdown ha arrugginito i muscoli, ci vorrà ancora qualche giorno per tirarli a lucido. 

Gervinho e compagni saranno chiamati a fare gli straordinari, serviranno forze fresche per combattere in prima linea e vincere le battaglie. A proposito di forze fresche, Faggiano è sempre attivo sul mercato. Il direttore sportivo del Parma tratta su più fronti, come consuetudine sua, per cercare di apparecchiare due, tre trattative prima di affondare il colpo decisivo su una che porta generalmente avanti in gran segreto. Non è il caso di Sebastian Giovinco, giocatore rimasto legato al Parma a tal punto da essere nei pensieri di Daniele Faggiano che già a gennaio aveva fatto un sondaggio. Giovinco di recente ha cambiato agente legandosi ad Andrea Cattoli, con il quale il ds crociato ha confezionato il colpo Kucka. Le parti si sono parlate, ma la pista sembra essere più fredda rispetto a quanto già non lo fosse in precedenza, con l’ostacolo ingaggio che rimane quasi insormontabile. È ancora presto per parlare di intesa e regalare a D’Aversa un campione in grado di fare ancora la differenza. Non è questo il tempo per tirare i remi in barca. Non per un marinaio navigato come Faggiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

  • Oggi la firma del Dpcm: Natale solo tra conviventi e coprifuoco alle 22

Torna su
ParmaToday è in caricamento